Ominide 8291 punti

Delitti (atti illeciti) nel diritto classico


I delitti o atti illeciti si configurano come azioni illegittime che ledano diritti altrui tutelati e protetti dalla legge.
Esistono altresì atti che possano procurare danno senza che esso sia però protetto dal diritto, quali ad esempio atti patrimoniali e commerciali.
I romani distinguevano due tipologie di illeciti: illeciti di carattere pubblico (crimina) e illeciti di carattere privato (delicta).
Gli illeciti di carattere pubblico, solitamente di maggiore gravita, erano perseguiti direttamente dallo stato poiché ledevano l’interesse della comunità; gli illeciti di carrette privato, invece, ledevano un diritto soggettivo di carattere privato proprio dell’offeso e, dunque, solo da lui perseguibile.

Patti legittimi


I patti legittimi venivano introdotti mediante costituzioni imperiali e, pertanto, erano dotati di tutela tramite actiones: essi erano tre: il compromissum; patto dotale; patto di donazione.

Patto dotale


Il patto dotale accordo informale tramite cui si costituiva la dote. Essa poteva essere altresì costituita mediante dotis dictio.

Patto di dilazione


Il patto di donazione era una stipulazione attraverso la quale ci si impegnava a donare un bene e, dunque, a trasferirlo a titolo di donazione a un terzo mediante traditio.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email