Ominide 11996 punti

Conciliazione e inchiesta nel diritto internazionale


Su previo consenso delle parti, una controversia internazionale può essere affidata al giudizio di un conciliatore o di un collegio distretto e di numero dispari di conciliatori (tre o cinque): il conciliatore o il collegio ascolta entrambe le parti; applica il diritto internazionale; redige una relazione (composta da una parte in fatto e da una parte in diritto). Tale relazione non ha però alcun valore vincolante: si configura come elemento di cui le parti possono servirsi per individuare una soluzione.
Al fine di risolvere una controversia è inoltre possibile avviare un’inchiesta volta ad accertare le responsabilità di entrambe le parti. In base all’argomento relativo alla controversia, l’inchiesta viene svolta da un gruppo di esperti sulla materia, a cui è affidato il compito di redigere una relazione tecnica dal valore vincolante. Sulla base di tale documento sarà eventualmente possibile per gli stati in disputa trovare un accordo: venendo a conoscenza di quali siano le responsabilità reciproche, le parti possono facilmente dirimere il contenzioso. L’art. 35 della Carta ONU attribuisce sia agli stati membri che a quelli non membri la possibilità di sottoporre una controversia all’attenzione dell’Assemblea Generale o del Consiglio di sicurezza. In relazione all’ultima ipotesi, l’art. 38 prevede il deferimento di una controversia al CdS quando le parti siano d’accordo, sebbene non sia necessario che ciò avvenga con atto congiunto. Tale possibilità diviene, ex art. 37, un obbligo qualora l’adozione di tutti gli strumenti indicati all’art. 33 non abbia avuto successo. Oltre agli stati, anche la stessa Assemblea generale (art. 11) e il segretario dell’ONU (art. 99) possono sottoporre al CdS qualsiasi situazione ritenuta suscettibile di compromettere la pace o la sicurezza internazionale.
Qualora il CdS rilevi una concreta minaccia alla pace internazionale, esso potrà adottare strumenti di natura coercitiva.
Infine, previo mandato da parte dell’ Assemblea o del CdS, il segretario generale delle Nazioni Unite può facilitare il raggiungimento della soluzione di una controversia.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email