Ominide 10164 punti

Concetto di coordinazione e autorità coordinativa


L’idea di coordinazione può essere illustrata a partire da un esempio pratico. SI pensi alle regole della guida su strada, che impongono ai veicoli di guidare a sinistra o a destra della carreggiata. Esse non sono universali: in Italia è tanto scontato guidare a destra così come è in Inghilterra guidare a sinistra. Pertanto, tale convenzione discrezionale non è altro che il frutto delle nostre abitudini, cristallizzato nel codice della strada. Infatti, al fine di evitare la collisione tra veicoli è indifferente guidare tutti a destra o a sinistra, purché tutti guidino dallo stesso lato. in ogni caso, se due automobilisti guidano dalla stessa parte della strada, l’utilità è positiva per entrambi; se, invece, guidano su lati diversi, ciò causa danno e svantaggio ad entrambi.
Lo scenario della guida su strada costituisce un gioco di coordinazione perché in esso esistono più equilibri, che impongono l’attuazione delle medesime strategie a tutti gli agenti; tale scenario crea una coordinazione pura perché tra gli agenti non vi è conflitto: tutti preferiscono gli stessi equilibri, i quali sono sempre pareto-ottimali perché massimizzano, rispetto agli altri profili, le utilità per entrambi gli agenti (la collisione di due veicoli provocherà nocumento ad entrambi i guidatori e la scelta della guida nello stesso lato della strada eviterà la collisione ad entrambi).
Il filosofo americano Lewis ha annoverato giochi di questo tipo nell’ambito delle convenzioni sociali. Egli è giunto a questa conclusione traendo spunto dal pensiero dello studioso Schelling, il quale aveva asserito che nei giochi di coordinazione, simultanei e pareto-ottimali, gli agenti possono sempre trovare una soluzione sulla quale coordinarsi partendo proprio dalle convenzioni. La strategia scelta non sarà altro che la forma di una convenzione tacita e tale soluzione sarà la più adeguata se gli agenti credono che lo sia. A tal proposito, Schelling ha parlato di «punti focali del gioco», cioè di soluzioni salienti, così definite perché determinate da fattori culturali condivisi (come essere italiani) o da tratti comuni di tipo cognitivo o biologico.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email