Ominide 6531 punti

Casi di usucapio pro erede e usureceptio


Nel mondo romano, talvolta avveniva che potesse usucapire il possessore in mala fede, cioè un soggetto consapevole di ledere un diritto altrui. In tal caso, dunque, era come se il possessore in mala fede possedesse l’eredità altrui. Il caso di specie è quello relativo a una ereditas della quale l’erede effettivo non abbia ancora compiuto l’accettazione. In una simile ipotesi, se un terzo, benché in mala fede, avesse posseduto l’ereditas per un anno, ne acquistava la proprietà per usucapione.
Specifiche tipologie di eredi divenivano tali solo dopo aver manifestato la volontà di acquisire un bene ereditato. La ricezione della volontà era un atto formale attraverso il quale l’erede accettava un oggetto che gli era stato destinato. In questo caso si parlava di eredità giacente (ereditas iacens), per cui un erede doveva ancora manifestare la cretio, cioè l’accettazione dell’eredità. talvolta l’erede poteva riceve un’eredità dannosa (come ad esempio un insieme di debiti) e in taluni casi egli era chiamato a scegliere l’accettazione o il rifiuto dell’eredità. A volte, quindi, poteva trascorrere un notevole lasso di tempo dal momento in cui l’erede diventava tale e quello in cui egli accettava la propria eredità tramite la cretio. Spesso accadeva che, durante quest’intervallo di tempo, un terzo possedesse in mala fede l’oggetto dell’eredità: trascorso un anno egli ne diventava proprietario per usucapio pro erede (usucapione al posto dell’erede. Nel corso della storia romana, questa pratica fu osteggiata: un senato consulto di età adrianea concesse all’erede l’ereditas petitio nei confronti di colui il quale avesse compiuto l’usucapio pro erede (usucapione al posto dell’erede);
L’usureceptione, invece, consisteva nel possesso di un bene di cui una persona avesse ceduto la proprietà. Anche se il possessore avesse posseduto in mala fede, trascorso un anno nel caso della fiducia e due nel caso della praediatura, ne acquisiva la proprietà per usucapione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email