Video appunto: Autonomia privata

Autonomia privata



Con autonomia privata si indica il potere dei privati di darsi autonomamente delle regole. Tuttavia l’esercizio da parte dei privati Deve essere sempre compatibile con i doveri di solidarietà sociale, infatti essa è espressione delle libertà fondamentali dell’uomo ed è in grado di procurare, al contempo stesso, il massimo benessere economico collettivo.
L’argomento della autonomia privata viene ripreso sia nella costituzione sia nel codice civile, ciò accade perché la sua rilevanza giuridica è considerata fondamentalmente importante. Infatti, dal punto di vista dell’autonomia negoziale, essa rappresenta la massima espressione di libertà dell’uomo e, proprio per questa sua caratteristica, non risulta essere funzionale ad un interesse generale. Nonostante ciò l’uomo deve accertarsi che essa sia compatibile con tale interesse.
Nella costituzione sono presenti alcuni articoli fondamentali che rimandano all’argomento della “autonomia privata“, essi sono: gli articoli 2,41, 42,47. A tali articoli riconoscono e garantiscono l’autonomia privata, sia collettiva che individuale del soggetto, quale espressione della libertà fondamentale di quest’ultimo. L’autonomia privata che viene espressa mediante i negozi giuridici, prende il nome di: autonomia negoziale. Infatti l’ordinamento accorda ai privati il potere di autoregolare i propri interessi attraverso una manifestazione di volontà diretta alla realizzazione di effetti giuridici. Tuttavia i negozi giuridici richiedono alcuni requisiti fondamentali come la capacità di agire, in quanto essa rappresenta l’idoneità per porre in essere atti giuridici idonei ad incidere sulla sfera giuridica del soggetto.