Ominide 4173 punti

L'autonomia contrattuale e i suoi limiti


Autonomia contrattuale = è il diritto alla libertà di contrattare (un soggetto può dar vita a contratti con il proprio atto di volontà)
• Contratti tipici: non sono previsti dal Codice civile
• Contratti atipici: sono disciplinati dalla legge (nascono dall’unione di più contratti tipici)
Autonomia contrattuale come libertà di fare = si manifesta nella libertà di scegliere fra i diversi contratti tipici, di determinare il contenuto del contratto e di concludere i contratti atipici
Autonomia contrattuale come libertà di non fare = nessuno può essere costretto a eseguire delle prestazioni contro la propria volontà
Atti unilaterali = contengono la dichiarazione di volontà di una sola parte che produce sempre effetti giuridici e sono contratti tipici (es.
procura)
Limiti:
• Imposti all’autonomia contrattuale di una delle due parti  contratto per adesione (il contenuto è predeterminato dal contraente forte; le condizioni generali sono valide nei confronti di tutti i contraenti. Per tutelare il consumatore le clausole vessatorie devono essere per iscritto, le clausole aggiunte a penna prevalgono su quelle stampate. L’impresa in monopolio è obbligata a stipulare contratti con tutti e a garantire la parità di trattamento)
• Imposti all’autonomia contrattuale di entrambe le parti:
• Inserzione automatica di clausole  quando il contenuto è contrario a norme inderogabili
• Intervento dell’autorità pubblica  quando lo stato determina i prezzi dei beni a largo consumo

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email