Ominide 13620 punti

Associazione riconosciuta e associazione non riconosciuta come persona giuridica


Il codice civile distingue tra associazioni riconosciute come persone giuridiche, cioè quelle che hanno chiesto e ottenuto questo riconoscimento, e associazioni non riconosciute come persone giuridiche, che non lo hanno chiesto o non lo hanno ottenuto. Esso distingue anche fra società aventi personalità giuridica (società di capitali e cooperative) e non aventi personalità giuridica (società di persone).

Le associazioni conseguono il riconoscimento della personalità giuridica tramite l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche; le società la acquistano mediante la loro iscrizione nel registro delle imprese. Tutte le associazioni, aventi e non aventi personalità giuridica, si configurano come soggetti di diritto distinti dalle persone dei membri: entrambe le tipologie hanno un’identità giuridica, identificabile con il patrimonio nelle associazioni riconosciute e con il fondo comune in quelle non riconosciute: patrimonio e fondo comune appartengono all’associazione e dunque non ai singoli associati; su di essi possono agire i creditori dell’associazione, non quelli delle persone fisiche di cui essa consta; l’unica differenza è che la condizione giuridica del patrimonio è considerata implicita nel concetto di persona giuridica delle associazioni riconosciute, mentre è regolata con esplicite norme di legge in quella non riconosciuta. Inoltre, associazioni riconosciute e non, possono acquistare beni mobili e immobili a titolo oneroso o gratuito, però, mentre delle obbligazioni assunte da un’associazione riconosciuta risponde solo l’associazione con il suo patrimonio, con la totale esclusione dei singoli associati, nelle associazioni non riconosciute, i terzi possono far valere i loro diritti sul fondo comune per soddisfare i crediti derivanti dalle obbligazioni assunte dalle persone che rappresentano l’associazione. Inoltre, delle obbligazioni assunte dall’associazione non riconosciuta rispondono anche personalmente e solidalmente le persone che hanno agito in nome e per conto dell’associazione». Le associazioni non riconosciute non sono sottoposte a nessun controllo pubblico, mentre di quelle riconosciute sono esaminati i fini dell’ente e i mezzi patrimoniali per provvedervi, la legittimità dello statuto e dell’atto costitutivo. Esse sono inoltre registrate in un apposito registro delle persone giuridiche, in cui vengono inseriti i dati essenziali dell’associazione (denominazione, scopo, patrimonio, generalità degli amministratori) e indicate le limitazioni del potere di rappresentanza di questi ultimi, che in mancanza di registrazione non sono opponibili a terzi; nelle associazioni non riconosciute, invece, il terzo contraente ha il duplice onere di accertare la legittimità del ruolo esercitato dal sedicente rappresentante.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email