Ominide 6530 punti

Assetto regionale prima del 2001


Prima della riforma del titolo V della costituzione attuata nel 2001, le materie di competenza delle regioni potevano essere disciplinate da queste solo ed esclusivamente nel rispetto delle norme generali stabilite con legge statale. Le leggi regionali, inoltre, non potevano mai essere in contrasto con l’interesse nazionale. In tale ambito, le fonti regionali trovavano legittimità e forza normativa esclusivamente in funzione della Costituzione italiana e del suo ruolo quale fonte superprimaria. Prima del 2001, infatti, si parlava di «materie di potestà legislativa concorrenti tra stato e regioni»: lo stato poteva intervenire circoscrivendo limiti che le regioni, legiferando, non dovevano superare. talvolta, però, poteva accadere che lo Stato non si limitasse a circoscrivere l’ambito di iniziativa regionale fornendo una disciplina generale e di principio da seguire; in molti casi, invece, esso stabiliva una vera e propria disciplina di dettaglio sebbene la sua istituzione fosse teoricamente affidata alle regioni. La Corte ha a lungo avallato tale abuso perché nei primi decenni della storia giurisprudenziale italiana le regioni hanno mostrato un eccessivo zelo nel tentativo di approvare leggi inerenti alle materie di loro competenza. Dopo diversi anni, però, la corte ha stabilito che lo stato poteva, eccezionalmente, affiancare alle limitazioni statali una disciplina di dettaglio delle materie di competenza regionale. Tale disciplina, però, era vigente solo fino al momento in cui la regione non provvedeva autonomamente alla creazione di una propria disciplina di dettaglio, la quale, una volta adottata, sostituiva in modo automatico la disciplina approvata dallo stato.
Con la riforma del titolo V del 2001 sono stati attribuiti alle regioni maggiori spazi di autonomia. Il cambiamento ha riguardato anche il piano degli statuti regionali. Fino al 1999, l’articolo 123 della Costituzione stabiliva che gli statuti regionali dovessero essere conformi sia alle leggi statali, sia a quelle della repubblica: essi, dunque, presentavano un duplice vincolo, sia statale che costituzionale.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email