Video appunto: Armonizzazione contabile

Armonizzazione contabile



Il bilancio pubblico (statale) assolve a una rilevante funzione informativa. Ciò a diversi scopi:
- consentire a chi gestisce i bilanci di applicare in modo corretto ed efficace le norme;
- coadiuvare chi controlla i bilanci nel verificare che il sistema dei bilanci e le relative informazioni contabili pubbliche risultino conformi ai principi di efficienza ed efficacia;
- in generale, assistere gli utilizzatori del sistema dei bilanci pubblici nell'esame delle informazioni in essi contenute.

È proprio nell’ambito di questo processo di armonizzazione contabile che si sta progressivamente introducendo un sistema "duale di contabilizzazione" che integra la contabilità finanziaria affiancandole quella economica, affinché agli enti che adottano il bilancio finanziario (di tipo autorizzatorio), possano rilevare contestualmente le entrate e le spese anche in termini di contabilità economico-patrimoniale (mediante il c.d. budget), ma a fini – appunto – soltanto conoscitivi e informativi.

Ciò dipende anche dalla ricerca di un sempre migliore raccordo con le regole di contabilità pubblica adottate in ambito europeo ai fini della “procedura sui disavanzi eccessivi”. Queste regole si fondano sul sistema di contabilità economica in base al “Sistema europeo dei conti” nazionali e regionali, il c.d. SEC (fino al 2014 era in vigore il SEC95, attualmente si applica il SEC2010 introdotto dal reg. UE 549/2013).