Ominide 1144 punti

Appalti pubblici


Il D.Lgs. 163/2006, ovvero il Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, conosciuto come “Codice degli appalti”, ha sostituito la legge n° 109/1994 (legge Merloni).
N.B.: Essa ha esteso i regolamenti e le procedure sui contratti pubblici a un ambito europeo in modo da favorire la partecipazione di imprese internazionali.

Il D.Lgs. 162/2006

L’art.23 stabilisce:
“Gli appalti di servizi vanno aggiudicati con il criterio de prezzo più basso, ovvero dell’offerta economicamente più vantaggiosa”. Questo allo scopo di evitare le offerte anomale.

L’art.25 obbliga la stazione appaltante a verificare:
-L’attendibilità dell’offerta
-Sono considerate ‘anomale’ quelle offerte che presentano un ribasso che superi 1/5 della media dei ribassi delle offerte.

Il D.P.R 207/2010

Indirizza i bandi di gara verso l’uso dell’offerta economicamente vantaggiosa, quella cioè, che è in grado di assicurare il miglior rapporto qualità/prezzo delle opere.

Indicatori di qualità:
-Costo complessivo;
-Certificazione di qualità;
-Minori tempi di realizzazione;
-Metodi di lavoro che garantiscono maggior sicurezza;
-Valore architettonico del progetto

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email