Ominide 17058 punti

Regolamenti degli organi costituzionali


Agli organi costituzionali è riconosciuta una potestà regolamentare riguardante la propria organizzazione e il proprio funzionamento. Per quanto riguarda la Corte costituzionale, la l. 87/1953 prevede la possibilità che essa adotti un regolamento per disciplinare l’esercizio delle sue funzioni. La potestà regolamentare della Corte si può comunque collegare alla sua posizione di supremo organo di garanzia nel nostro ordinamento, e si può quindi ritenere abbia un sia pur implicito fondamento costituzionale, tale da equipararla a quella dell’art.
64.

Per quanto riguarda la presidenza della Repubblica, la l. 1077/1948 prevede la possibilità di adottare regolamenti interni per disciplinare l’organizzazione e il funzionamento del proprio apparato amministrativo. La giurisprudenza della Corte costituzionale, sottolineando che tale apparato non serve solo ad amministrare i beni che rientrano nella dotazione del presidente, ma anche a consentire il libero esercizio delle funzioni presidenziali, ha ritenuto che si tratti anche in questo caso di regolamenti sorretti da un implicito fondamento costituzionale: e dunque assimilabili a quelli parlamentari in virtù dell’autonomia che la Costituzione riconosce agli organi costituzionali (sentt. 129/1981, 262/2017 e 169/2018).
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email