Ominide 1125 punti

L'annullabilità del contratto


L’annullabilità è un’invalidità meno grave, poiché un contratto annullabile è un contratto in cui la volontà delle parti proviene da una persona incapace d’agire o è viziata, perché non si è formata in modo regolare, quindi, il contratto produce i suoi effetti, ma non li produce in modo esatto.
Le cause che possono determinare l’annullabilità del contratto sono chiamate vizi delle volontà, e sono:
* l’errore;
* la violenza morale (o psicologica);
* il dolo.
> L’errore consiste in un’inesatta o completa mancanza di conoscenza di determinate circostanze, che spinge una persona a concludere un contratto.
L’errore produce l’annullamento di un contratto quando è rilevante, cioè, essenziale o riconoscibile dall’altro contraente; se una parte è in errore, l’altra parte può evitare l’annullamento del contratto offrendo la sua rettifica, cioè di eseguire il contratto in modo esattamente corrispondente al suo contenuto.
> La violenza morale ricorre quando una persona decide di concludere un contratto sotto la minaccia di un’altra persona.
A differenza della violenza fisica, che rende il contratto nullo di diritto dando luogo a una divergenza tra la dichiarazione e le volontà di concludere il contratto, nella violenza morale vi è una volontà, anche se viziata o condizionata dalla minaccia.
La violenza morale è rilevante per il diritto quando la minaccia riguarda un danno ingiusto, cioè non previsto e tutelato dalla legge, o un danno notevole o grave tale da fare impressione su una persona normale e sensata.
Dalla violenza morale si distingue il timore reverenziale, che consiste nel senso di rispetto di una persona nei confronti di un’altra e, di regola, se non vi è una minaccia è irrilevante per il diritto.
> Il dolo consiste in un inganno o raggiro, proveniente dall’altra parte del contratto o anche da un terzo, che induce una persona in errore e la convince a stipulare un contratto.
Il dolo può essere determinante, quando convince una persona a stipulare un contratto che altrimenti non avrebbe concluso o incidente, quando convince una persona a stipulare un contratto che avrebbe concluso ugualmente, ma a condizioni o con modalità diverse.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email