Tutor 40304 punti

ricerca su Paolo e Francesca

Paolo e Francesca


L’opera di Paolo Malatesta e Francesca da Polenta è forse considerata la più affascinante e intrigante di tutto il canto dell’inferno.
Paolo e Francesca sono le due figure più importanti del V canto della Divina Commedia dell’inferno nel quale Dante affronta la tematica dei lussuriosi (coloro che non hanno saputo trattenere i propri piaceri).
Queste due figure sono entrate ormai nella storia della letteratura, ma soprattutto nel linguaggio quotidiano, per esprimere coppie di innamorati inseparabili e afflitti da un forte desiderio carnale nei confronti dell’amata/o.

Le due famiglie dei da Polenta da Ravenna e dei Malatesta da Rimini erano tra le più conosciute della Romagna. In seguito a degli scontri di tipo esterno e un periodo di instabilità politica interna, presero la decisione di portare avanti un’alleanza, stabilendo un matrimonio tra la propria figlia ed il proprio figlio.

Così le due famiglie, per placare i conflitti, decisero di far sposare Francesca Da Polenta con l’anziano zoppo e rude Gianciotto Malatesta. La famiglia dei Da Polenta per avere il consenso della figlia, fanno si che il matrimonio avvenisse per procura, e come procuratore fu scelto il giovane fratello di Gianciotto, Paolo, del quale Francesca si invaghì fin dal primo momento. Infatti dopo aver letto la storia d’amore tra il Lancillotto e la moglie di re Artù, si scambiarono un bacio passionale; ma mentre i due si baciavano entrò il fratello Giovanni ( Gianciotto) che infuriato e pervaso dalla rabbia li uccise.

Le due figure di amanti vengono rappresentate insieme, come anime che vagano, e il loro avvicinarsi è descritto da ben tre similitudini che richiamano il volo degli uccelli.
Nella Divina Commedia notiamo come l’elemento prevalente del canto 5 dell’Inferno che ruota attorno alle figure di Paolo e Francesca sia la pietà che viene interpretata in due modi: il primo concepisce la pietà come affettuosa che viene colta anche dai due dannati innamorati nel momento in cui vengono chiamati, il secondo concepisce la pietà che Dante prova dopo avere udito la prima confessione di Francesca, a tal punto da farlo svenire. Dante sviene, poiché purtroppo scopre che l’amore idealizzato del dolce stil novo può anche condurre coloro che si amano alla morte.

A cura di Giorgio.

Hai bisogno di aiuto in Inferno?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Canto 5 Inferno - Paolo e Francesca (2)