Ominide 488 punti

Secondo cerchio inferno – Paolo e Francesca


Qui all’ingresso del secondo cerchio dell’Inferno, c’è Minosse ( il re di Creta dalla mitica saggezza) che appare come un demone che giudica gli spiriti dei morti e indica quale cerchio spetti a ogni anima in base alle colpe commesse, avvolgendosi la coda da diavolo intorno al suo corpo un numero di volte pari al numero di cerchio in cui l’anima dovrebbe andare. Virgilio ordina a Minosse di lasciar passare Dante e non ostacolare il suo viaggio.
In questo cerchio ci sono dei dannati trascinati da un forte vento, che piangono e si lamentano. Sono i lussuriosi, cioè quelli che hanno ceduto alla violenta passione amorosa e al piacere che sconvolge la ragione. Essi sono continuamente sbattuti dal vento qua e là e volano in fila come delle gru. Virgilio indica a Dante più di mille peccatori tra cui: la regina assira Semiramide, Didone che si suicidò per amore, Cleopatra, Elena, Achille, Paride e Tristano ( travolto dalla passione per Isotta). Dante nota due spiriti che si tengono vicini pur trascinati dal vento e chiede a Virgilio di poter parlare con loro. I due spiriti si avvicinano e cominciano a raccontare. Sono lo spirito di un uomo e una donna: la donna è Francesca, figlia del signore di Ravenna e sposa di Gianciotto Malatesta, signore di Rimini, mentre l’altro spirito è il suo amante Paolo, fratello di Gianciotto. I due giovani si innamorarono e furono uccisi scoperti dal marito di Francesca. Dante si commuove e chiede allora di raccontare il loro innamoramento. Francesca racconta che un giorno , sola con Paolo, leggeva in un libro la storia dell’amore di Lancillotto e Ginevra e alla descrizione del bacio tra i due protagonisti Paolo l’aveva baciata: il libro aveva fatto da messaggero d’amore. Le parole e il pianto dei due amanti commuovono Dante fino al punto di farlo svenire.
Hai bisogno di aiuto in Inferno?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Canto 5 Inferno - Paolo e Francesca