Genius 24282 punti

Dante: autore e personaggio


Dante, protagonista della Commedia

La centralità occupata dal protagonista all'interno dell'opera non è nuova rispetto alla tradizione epica classica: basti pensare ai precedenti decisivi di Ulisse nell'Odissea (nota a Dante solo in modo indiretto) e di Enea nell'Eneide. Nella Commedia è però del tutto nuova e rivoluzionaria la narrazione dei fatti in prima persona, cioè in una forma direttamente affidata al protagonista.

Lauctor e ragens

Questa scelta, di straordinaria efficacia drammatica e narrativa, comporta la coincidenza tra narratore e protagonista, tra chi scrive (auctor = autore) e chi agisce (agens = agente). Non bisogna però commettere l'errore di leggere l'opera senza considerare che Danteautore sa accuratamente definire anche il proprio stesso carattere in termini artistici, e che pertanto non vi è reale coincidenza tra i due piani.

Dante, testimone e protagonista

Il personaggio Dante è evidentemente al di fuori del mondo definitivo e compiuto che attraversa; è anzi l'unico a non avere una collocazione precisa, a non conoscere cioè, soprattutto all'inizio della vicenda, il proprio destino eterno. Da un punto di vista narrativo, ciò costituisce un "privilegio" indispensabile; e infatti l'unico personaggio a possederlo è il protagonista del racconto, l'unico all'interno dell'opera a essere vivo e non morto. Sotto questo aspetto, la vicenda della Commedia coincide con la progressiva rivelazione del suo destino al personaggio Dante. Se fin qui abbiamo considerato la Commedia nella prospettiva della descrizione dello stato delle anime dopo la morte, va detto ora che è possibile considerarla anche come la storia della ricerca della salvezza da parte di Dante. Mentre nel primo caso la presenza di Dante ha la funzione di risvegliare nelle anime il desiderio di comunicare e di esprimersi o in rari casi di costringerle a farlo, nel secondo caso la visione delle anime è funzionale alla salvezza di Dante, aiutandolo a rifiutare il peccato (di cui egli può vedere le terribili conseguenze) e ad abbracciare il bene. Naturalmente i due piani di lettura sono complementari: non si escludono ma si integrano e illuminano a vicenda, La Commedia deve la sua ricchezza anche a questa duplicità narrativa: al registro della descrizione si affianca quello dell'esperienza diretta.

Dante, figura esemplare di cristiano in cerca della salvezza

D'altra parte il personaggio Dante non rappresenta solo se stesso; ma si pone come figura esemplare di cristiano in cerca della salvezza: in questa prospettiva il lettore è coinvolto nella sua vicenda e chiamato a parteciparvi fin dalle prime battute dell'opera; infatti, come Dante, neppure i lettore conosce il proprio destino eterno, e neppure lui ha una collocazione nella struttura dell'oltretomba dantesco; e ogni esito può essere il suo. Dante personaggio rappresenta potenzialmente l'intera umanità traviata nel peccato e rivolta dal poema verso il riscatto e la salvezza.
Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email