Come prendere voti alti all'università

Paolo Ferrara
Di Paolo Ferrara
voti alti università
Prendere buoni voti agli esami universitari è il sogno di tutti gli studenti: ti permette di mantenere una media alta e puoi presentarti alla discussione della tesi con la creta possibilità di ottenere il 110 e lode. Non solo, anche in ambito lavorativo un voto alto può portare dei benefici: molti spesso i datori di lavoro gratificano e considerano una risorsa chi ha sempre dimostrato impegno e costanza durante il percorso di studi.
Allo stesso tempo va ricordato che a volte un esame un po’ andar male per svariati fattori e può scoraggiare uno studente: in questo caso bisogna essere positivi e contenti delle proprie capacità, in fondo non si smette mai di imparare! Ecco dei trucchi per prendere un buon voto all’esame.

Guarda anche

Prendere voti alti all'Università: sei trucchi utili

Una ricercatrice ed esperta in Business Psychology di Harvad, Amy Cuddy, ha dimostrato che un certo modo di porsi durante un esame o un colloquio di lavoro fa diventare più calmi e rilassati. Ecco questo e altri trucchi.

  • Organizzati lo studio: prima cosa da fare è scegliere il posto adatto dove studiare evitando luoghi affollati o rumorosi. È importante che sia un ambiente silenzioso nel quale tu ti possa sentire a tuo agio, che sia la tua stanza, una biblioteca, uno studio. Successivamente organizza un planner di studio.

  • Studia volta per volta: non puoi aprire i libri l’ultima settimana prima dell’esame, la tua mente si sovraccaricherà di nozioni e non assimilerai nulla. È consigliabile, dunque, incominciare già a studiare dopo la lezione del docente. Questo ti permetterebbe di ricordare le parole del professore e di seguire con più serenità le lezioni successive.

  • Prendi appunti: per fissare meglio i concetti esposti dal docente in aula e comprendere meglio determinati argomenti è di fondamentale importanza scrivere degli appunti efficaci. Se un concetto non è chiaro sul libro puoi leggere cosa ha spiegato il professore con parole più semplici ed esempi pratici.

  • Confrontati con i colleghi: condividere le proprie perplessità o quanto studiato con i colleghi universitari è sempre un fatto positivo. Quante volte hai trovato una domanda la quale risposta era stata accennata da un compagno prima dell’esame e tu non conoscevi l'argomento?

  • Conduci uno stile di vita sano: l’attenzione è determinata da diversi fattori: alimentazione equilibrata, giuste ore di sonno e nessuna distrazione tecnologica! Insomma, andare a lezione non significa solo uscire da casa e sedersi in un’aula, ma anche seguire e partecipare attivamente! Lo stesso vale per lo studio.

  • Connetti idee e calma: anche il comportamento durante l’esame influenza il voto finale. Prima di fare l’esame inspira, espira più volte e rilassati. Una volta arrivato in aula cerca di mostrarti sicuro/a di te e di parlare come se andasse tutto alla grande. Ecco cosa diceva la ricercatrice di Harvard!

  • Skuola | TV
    Come affrontare l’interrogazione orale? - School Days Webinar | Matteo Salvo

    Quali sono i segreti per preparare al meglio le tue interrogazioni orali? Un buon voto non dipende solo da quanto hai studiato ma anche da come lo esponi. Matteo Salvo, esperto mental coach e insegnante di Public Speaking, è protagonista di questo webinar per gli School Days: un’iniziativa di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Skuola.net.

    27 novembre 2020 ore 15:00

    Segui la diretta