Come studiare in poco tempo per l'università?

Susanna Galli
Di Susanna Galli
Studiare in poco tempo esami universitari

Ti è mai capitato di dover preparare un esame all'ultimo momento e di realizzare di non avere abbastanza tempo per farlo? Per riuscire in questa impresa, l'università Cusano propone alcuni semplici suggerimenti per studiare più velocemente il programma comprensivo anche di tutti quei concetti più difficili da capire o da memorizzare. Ovviamente queste tecniche saranno efficaci solo se le affiancherai allo studio delle materie protagoniste del tuo prossimo esame.
Ecco 5 preziosi consigli per studiare in poco tempo ma con grandi risultati!

Guarda anche:

Come studiare in poco tempo per l'università: le migliori tecniche

Come studiare in poco tempo per l'università? Se te lo stai chiedendo, segui queste utili indicazioni sulle tecniche di studio e i trucchetti che ti faranno diventare più veloce.


  • Rileggi entro 24 ore dallo studio
  • A quanto pare questo metodo era noto agli studiosi sin dal 1885, il cui nodo centrale dimostra che la prima volta che si ascolta una lezione o si studia qualcosa di nuovo, il cervello immagazzina l’80% delle informazioni purché si rilegga quello che si è studiato entro 24 ore. Gli esperti quindi consigliano di rivedere un argomento subito dopo averlo letto o ascoltato per la prima volta. In questo modo dopo una settimana si è in grado di conservare il 100% dei concetti studiati solo dopo cinque minuti di ripasso.

  • Collegamenti e memoria visiva
  • Creare collegamenti tra gli argomenti studiati è sicuramente utile per memorizzare più velocemente quei concetti. Se hai più memoria visiva, potrebbe esserti d’aiuto visualizzare tutte le informazioni di cui hai bisogno in un solo posto, come su un foglio o su una lavagna.

  • Il metodo Fenyman
  • Questa tecnica prende il nome dal suo ideatore, il fisico Robert Fenyman, e consiste in un processo di decostruzione e ricostruzione delle idee, al fine di riuscire a capire anche i concetti più difficili.
    Se puoi provarne l'efficacia, prendi un quaderno e scrivi su una pagina bianca 'quaderno di cose che non conosco'. A questo punto studia l’argomento che intendi ricordare e scrivi sul quaderno quello che hai compreso come se dovessi insegnarlo ad un bambino. Questo metodo ha due vantaggi: potrai semplificare anche i concetti più impegnativi, e allo stesso tempo ti costerà poco tempo!

Come studiare in poco tempo per l'università: ultimi consigli per prepararti

Non solo le tecniche e i trucchetti di memoria. Anche la concentrazione e l'esercizio ti faranno migliorare le tue performance. Scopri altri consigli su come studiare in poco tempo per l'università.

  • L’autovalutazione è importante
  • Capire fino a che punto si è preparati è fondamentale per orientarsi nello studio e approfondire o ripassare alcuni argomenti rispetto ad altri. A questo proposito puoi approfittare delle vecchie prove di esame eventualmente lasciate a disposizione degli studenti da alcuni professori, o anche dei test di autovalutazione. Oltre a esercitarti, potrai così avere un’idea delle domande più gettonate dal professore e sentirti quindi più preparato ad affrontare l'esame.

  • La concentrazione zen
  • La concentrazione è alla base di uno studio più veloce ed efficace. Per questo, cerca di eliminare ogni forma di distrazione, spegni il telefono e dedicati per un tempo prefissato allo studio così da velocizzare l’apprendimento e fissare i concetti in modo più rapido. Fai qualche piccola pausa ogni tanto, necessaria per mantenere attiva tutta l'attenzione di cui hai bisogno.

Skuola | TV
Il creator Berardino Iacovone ospite della Skuola Tv!

Con i suoi video esilaranti fa divertire migliaia di utenti. Curioso di conoscere i suoi segreti? Non perdere la prossima puntata!

8 novembre 2019 ore 16:00

Segui la diretta