Ominide 553 punti

Teoria dell'ibridazione

Caratteristiche

- Nella formazione di orbitali ibridi intervengono solo OA di energia simile
- L’ibridazione consente la formazione di legami equivalenti
- Gli AO che si ibridano si orientano in modo da dare massima
sovrapposizione nella formazione dei legami e minima repulsione tra le
coppie solitarie
- L’ibridazione consente un maggior numero di legami e quindi maggior
stabilità molecolare
- Da n OA si ottengono, per combinazione lineare, n orbitali ibridi equivalenti
con energie intermedie tra quelle dei componenti
- L’ibridazione è, di solito, accompagnata dalla promozione di uno (o più)
elettroni da orbitali saturi a orbitali vuoti

Ibridazione sp3, sp2,sp

L’energia spesa nel processo di ibridazione viene compensata dalla formazione di legami più forti dovuti alla più estesa sovrapposizione degli orbitali ibridi.

Ibridazione sp3

Quattro orbitali ibridi sp3 tutti equivalenti e orientati coi loro assi dal centro ai vertici di un tetraedro regolare. Per questo l’ibridazione è detta tetraedrica.

Ibridazione sp2

Mescolando un orbitale s e due orbitali p si ottengono tre orbitali ibridi sp2. Il terzo orbitale 2p non è ibridato.

Ibridazione sp

L’ibridazione tra un orbitale s e un solo orbitale p determina la formazione di due orbitali ibridi sp tutti equivalenti e coi loro assi orientati lungo la stessa retta, ma l’uno in senso opposto all’altro. Per questo l’ibridazione è detta diagonale.
Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email