Ominide 11269 punti

I due tipi di fermentazione
I microrganismi svolgono due tipi di fermentazione, che portano a prodotti finali differenti: la fermentazione alcolica e la fermentazione lattica.
La fermentazione alcolica Viene svolta dai lieviti e da alcuni batteri e comporta la formazione di etanolo e CO2 come prodotti di scarto.

Il processo di fermentazione libera CO2 che, rimanendo intrappolata nella farina, produce la lievitazione.
La fermentazione lattica È svolta da alcuni funghi e batteri. In questo processo, le molecole di piruvato vengono trasformate in acido lattico, un altro composto a tre atomi di carbonio, senza produzione di CO2.
Questo tipo di fermentazione è impiegato nella produzione di yogurt.

La fotosintesi clorofilliana è il processo per mezzo del quale le piante sono capaci di sintetizzare il proprio nutrimento sotto forma di glucosio a partire dall’acqua, assorbita dal terreno, e dall’anidride carbonica, catturata nell’atmosfera.

Nel corso del processo, alimentato dall’energia solare, le piante rilasciano ossigeno come prodotto di scarto.

La fotosintesi si svolge in due fasi: la fase luce-dipendente e la fase luce-indipendente

Fase luce-dipendente Può avvenire solamente in presenza di luce e si svolge nei tilacoidi. In questa fase la luce colpisce le molecole di clorofilla del fotosistema II, eccitandone gli elettroni (e–), che abbandonano il fotosistema II e arrivano al fotosistema I attraverso un insieme di proteine chiamato catena di trasporto degli elettroni.
Fase luce-indipendente Non ha bisogno di luce per avvenire e non si svolge nei tilacoidi, ma nello stroma, la matrice semifluida nella quale sono immersi i tilacoidi.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove