Ilaaa96 di Ilaaa96
Ominide 787 punti

Differenza tra risorsa e riserva. Le risorse sono il quantitativo globale di quella sostanza, per esempio il carbone, a livello globale nel pianeta. La riserva è la frazione di risorsa che si riesce a considerare, perché non dappertutto la risorsa è raggiungibile, estraibile, o magari lo è ma con costi troppo elevati. Anche se l’estrazione dai giacimenti di minerali ha sempre dei costi per l’ambiente.
I giacimenti posso essere di varia origine: abbiamo i giacimenti di origine magmatica, ovvero dove ci sono dei magmi può accadere che alcuni minerali che sono i primi che formano dal magma tendono ad accumularsi sul fondo della camera magmatica. Oppure ci sono anche i giacimenti magmatici idrotermali, cioè quando un magma si raffredda, le ultime evaporazioni del magma sono vapori che si intrudono nelle rocce in questione. Questi vapori, che partono dal magma ormai quasi completamente solidificato e si intrudono nelle rocce incassanti, sono ancora ricchi di sali minerali e li depositano via via che si inseriscono nelle rocce incassanti. Poi ci sono i giacimenti sedimentari, accumuli di sabbie precipitate pure.

La torba, si possono vedere ancora i pezzetti di foglie e rametti. Ed è la prima tappa di formazione del carbone per accumulo di vegetali morti ed organismi in fondo ad una palude. Qui il materiale organico morto viene decomposto ed è proprio la decomposizione anaerobica che trasforma il carbone. Mentre nelle foreste è la combustione che volatilizza l’azoto, l’idrogeno e l’ossigeno, nelle paludi è la decomposizione ad opera di batteri
Poi abbiamo la carbonella, lignite che ne abbiamo di due tipi: lignite xiloide, quella da combustione delle foreste, che conserva al suo interno le strutture vegetali e si vedono le fibre e si capisce che deriva dal legno; e poi c’è la lignite picea che deriva da torbiere e non ha più le fibre del legno (anche perché ci sono anche microrganismi e batteri, tutto ciò che è morto, dunque è più liscia)
Poi c’è la litantrace, stadio successivo, ed è un carbone già bello compatto e nero, però non è ancora l’ottimo carbone vero e proprio.
Il carbone vero e proprio, quello che ha il miglior potere energetico e calorifico e questo così lucente, che è l’antracite. È lucida perché è stata molto compressa, quindi gli atomi di carbone sono molto vicini.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email