Sapiens 8028 punti

Le fasi della ricerca scientifica

Lo sviluppo della Biologia e delle altre Scienze è dovuto all’adozione del metodo sperimentale, che ha permesso di chiarire molti fenomeni.
È necessario pertanto che l’approccio alle problematiche scientifiche sia essenzialmente sperimentale.
Ma in cosa consiste il metodo sperimentale? Come si applica? E quale fu il primo significativo esperimento condotto in Biologia?
I primi scienziati a progettare e realizzare delle elementari sperimentazioni furono F. Redi (1626- 1698) e L. Spallanzani (1729-1799), che cercarono di dare un’accettabile risposta a un fondamentale quesito di quei tempi: possono gli organi viventi trarre origine da materiale organico e inorganico e non per via riproduttiva?
Essenzialmente era plausibile l’ipotesi della generazione spontanea?
La risposta, negativa, si ebbe per gradi; anzi a screditare in maniera completa tale ipotesi fu Pasteur (1822-1895) con i suoi esperimenti.

L’esperimento di Redi era mosso dall’osservazione che nella carne putrefatta, esposta all’aria, vi erano dei vermi (osservazione preliminare). Lo scienziato non convinto della generazione spontanea di tali forme di vita formulò una sua ipotesi in merito e progettò e realizzò la seguente esperienza per convalidare tale ipotesi.
Ipotesi: La vita dei “vermi” non ha origine dalla carne, ma dai “semi” deposti dai genitori. • Esperimento: Redi dispose la carne in diversi barattoli, lasciandone alcuni esposti all’aria e coprendone altri accuratamente, per evitare contaminazioni dall’esterno.
• Interpretazione dei risultati: (a) impedendo che la carne venisse contaminata da materiale e organismi dall’esterno, non furono rilevati larve e vermi nella carne. (b) Coprendo un barattolo con reticella, Redi poté osservare la formazione di vermi, che si sarebbero trasformati in mosche, solo su questa, perché le mosche attratte dall’odore, vi avevano deposto le uova. I “vermi” in realtà erano solo larve di mosche.
• Superamento o convalida dell’ipotesi: venne superata la teoria della generazione spontanea. Fu ritenuta valida l’ipotesi della deposizione di “semi” (oggi uova fecondate) nella carne.

Da allora notevoli sviluppi si sono avuti nel campo della Biologia e le ricerche sono diventate molto più sofisticate, per l’uso di strumentazioni di gran. de precisione, ma essenzialmente in ogni ricerca si susseguono queste fasi:
• osservazioni preliminari, raccolta di informazioni, formulazione di una ipotesi di lavoro per la soluzione di un problema;
• verifica dell’ipotesi mediante sperimentazione; osservazione e misura dei cambiamenti;
• raccolta, interpretazione ed elaborazione dei risultati della sperimentazione;
• superamento o convalida dell’ipotesi. Nuove ipotesi di lavoro.

Hai bisogno di aiuto in Nozioni basilari?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove