Video appunto: Memoria ed espansione clonale

Memoria ed espansione clonale



Il sistema su cui si regge l’immunità acquisita (o adattiva) presenta alcune caratteristiche peculiari:
- Memoria, cioè la capacità di fornire risposte più intense in caso di nuovi incontri con lo stesso antigene;
- espansione clonale, grazie alla quale l’immunità acquisita riesce a organizzare una risposta efficace contro un determinato antigene: infatti, se una determinata cellula linfoide riconosce un antigene, è in grado di organizzare un esercito di cellule tutte uguali a se stessa, attraverso successive divisioni mitotiche, riuscendo a combattere in modo efficace il patogeno.
Naturalmente, l’espansione clonale non può essere infinita all’interno del nostro organismo: ciò vuol dire che i linfociti non possono espandersi all’infinito, dal momento che, come sappiamo, il nostro organismo deve sempre mantenere una certa omeostasi e tenere sempre sotto controllo il numero delle cellule presenti all’interno dell’organismo.

- La contrazione, cioè la caratteristica complementare dell’espansione, in quanto è la capacità del sistema immunitario di ridurre il numero delle proprie cellule quando la risposta è terminata, cioè quando il patogeno è stato definitivamente eliminato.
- La mancata reattività al self, caratteristica grazie alla quale il sistema immunitario adattativo riesce a proteggere il self, sapendo discriminare quel che ci appartiene e quel che non ci appartiene. Quando la mancata reattività al self viene alterata, si ha l’insorgenza delle cosiddette patologie autoimmuni.
Il nostro sistema immunitario ci difende da quattro classi di agenti patogeni: i batteri, i virus, i funghi e, infine, i parassiti (che includono gli elminti e i protozoi.).