Video appunto: Fibre collagene e fibre reticolari

Fibre collagene e fibre reticolari



Fibre collagene



Le fibre collagene sono le fibre più abbondanti nell’ECM e si colorano con l’eosina nei preparati. Al microscopio elettronico si osserva che sono costituite da subunità filamentose, le fibrille collagene, il cui diametro è di 15-100nm.
La peculiarità delle fibrille è quella di presentare una striatura trasversale che si ripete con un periodo di circa 67nm, la cui esistenza è legata al modo in cui le molecole di collagene si aggregano tra loro; infine il collagene è costituito prevalentemente da collagene di tipo I.

Fibre reticolari



Le fibre reticolari rispetto alle fibre collagene hanno diametro più piccolo: 1-2µm, a discapito degli 1-12 µm del collagene; sono positive alla reazione di PAS; si colorano con i sali d’argento; formano una struttura a rete; le fibrille che le compongono hanno dimensioni più ridotte e non si organizzano in fasci ma si intrecciano tra loro, tuttavia anche le fibrille reticolari presentano la striatura trasversale di 67nm, tanto che queste fibrille sono costituite da collagene di tipo III, simile per certi aspetti al collagene di tipo I anche se presentante delle peculiarità: è positivo alla reazione di PAS per il più elevato contenuto di glucidi, le

minori dimensioni sono invece riconducibili alla più bassa aggregabilità delle molecole di collagene III.
Le fibre reticolari sono le componenti principali dell’impalcatura fibrosa degli organi linfoidi e del midollo osseo. Le fibre reticolari formano una trama subito al di sotto delle membrane basali di vari tipi di cellule che ne sono provviste.