Ominide 2005 punti

Caratteristiche generali del sangue


Il sangue costituisce in una persona sana e di media corporatura all’incirca l’8% della massa corporea, anche se sussistono significative variazioni a seconda del sesso, dell’età e del peso. È possibile distinguere il sangue in due porzioni, quella fluida, composta dal plasma, e quella a composizione cellulare, ovvero i cosiddetti elementi figurati.
Gli elementi figurati a loro volta si suddividono in eritrociti noti anche come globuli rossi , cellule prive di nucleo, piastrine, che in realtà sono solo frammenti cellulari, e leucociti, cellule vere e proprie, altrimenti noti come globuli bianchi, che a loro volta si suddividono in basofili, eosinofili, neutrofili, linfociti e monociti.

È possibile osservare la separazione fra le due porzioni, e addirittura fra i tre componenti degli elementi figurati, centrifugando il sangue; i vari componenti tendono a stratificarsi a seconda della densità. Il plasma costituisce la parte predominante del Sangue, con una percentuale intorno al 54/58%. La percentuale di elementi figurati varia fra il 42/46% a seconda che il sangue appartenga a un uomo o a una donna, ed è detta ematocrito. Tali valori non vanno intesi come dei punti di riferimento assoluti, dato che variano considerevolmente anche in base alle condizioni ambientali, soprattutto l’altitudine. Il valore di leucociti e piastrine è risibile, dato che l’elemento maggiormente abbondante sono gli eritrociti. I nutrienti trasportati dal sangue sono principalmente glucosio, vitamine, ossigeno, prodotti di rifiuto del metabolismo cellulare, ormoni. Inoltre bisogna tenere conto come il flusso sanguigno funga in un certo senso da centrale di riscaldamento del corpo umano.
Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email