Ominide 8039 punti

I carboidrati

I carboidrati sono delle biomolecole. Essi sono chiamati composti ternari poiché sono costituiti da carbonio, idrogeno e ossigeno. Possono essere anche chiamati idrati di carbonio perché in ogni atomo di carbonio sono presenti due atomi di idrogeno e uno di ossigeno.
I carboidrati svolgono varie funzioni ma le più importanti sono:
•Svolgono funzione di riserva di energia
•I carboidrati ribosio e deossiribosio sono importanti nella conservazione e nell’espressione di informazioni genetiche
•I polisaccaridi hanno funzioni strutturali
In base alla quantità di zuccheri si dividono in:
•Monosaccaridi (con una molecola di zucchero)
•Disaccaridi (con due molecole di zucchero)
•Polisaccaridi (con più molecole di zucchero)
I monosaccaridi, in base agli atomi di carbonio si distinguono in:

•Pentosi (con formula C5H10O5) tra cui il ribosio e il deossiribosio
•Esosi (con formula C6H12O6) tra cui il glucosio, il fruttosio e il galattosio.
Essi sono la principale riserva di energia di pronto utilizzo per gli esseri viventi. L’energia è sotto forma di legami chimici e si libera quando lo scheletro carbonioso viene scisso in unità sempre più piccole. Però per rompere questi legami serve sempre dell’energia.
Il disaccaridi si formano dall’unione di due monosaccaridi e può avvenire o per condensazione o per idrolisi. Essi svolgono una funzione di trasporto dell’energia dalle cellule fotosintetiche alle altre parti dell’organismo vegetale.
I polisaccaridi si ottengono dall’unione di più monosaccaridi. Possiamo distinguere quelli di origine animale e quelli di origine vegetale:
•Origine animale: amido che svolge funzione di riserva e la cellulosa che ha un ruolo strutturale;
•Origine vegetale: glicogeno che svolge funzione di riserva e la chitina che ha ruolo strutturale.

Hai bisogno di aiuto in Biochimica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email