danyper di danyper
Sapiens 8070 punti

Traumi delle ossa

I traumi delle ossa sono: le fratture e le ernie dei dischi intervertebrali.
La frattura si verifica quando le ossa sono sottoposte a forze che superano la loro capacità di resistenza e flessibilità. Si definisce chiusa, una frattura in cui la pelle rimane intatta, senza che risultino visibili le sporgenze dei monconi ossei, diversamente da quanto accade nella frattura aperta o esposta.
Si dice semplice una frattura caratterizzata da rottura dell’osso in due soli pezzi.
Si definisce comminuta una frattura caratterizzata dalla rottura in più pezzi.
Se i frammenti di osso rimangono allineati si definisce composta, viceversa è detta scomposta.
L’ernia è la fuoriuscita del nucleo polposo del disco posto tra due vertebre. Essa può verificarsi in seguito a bruschi movimenti scorretti o a un sollevamento di pesi eccessivi. In alcuni casi la fuoriuscita può provocare uno schiacciamento dei legamenti longitudinali fino alla radice nervosa che si trova tra le due vertebre (ad esempio la compressione del nervo sciatico) e può provocare forti dolori (come la sciatalgia).
I traumi delle articolazioni sono i seguenti:
- lussazione: si verifica quando un capo articolare esce dal suo alloggiamento in modo completo o mantenendo almeno un punto di contatto (sublussazione). In caso di lussazione si ha forte dolore all’articolazione interessata, tumefazione e blocco del movimento.
- distorsione: l’articolazione subisce una lesione senza dislocamento dei corpi articolari che perciò rimangono in contatto, ma si può verificare uno stiramento della capsula articolare o dei legamenti con formazione di un edema.
- epicondilite: detto anche “gomito del tennista”, è una infiammazione dell’articolazione del gomito sempre a seguito di movimenti sbagliati o carichi eccessivi.
- lesione del menisco: trauma di moti atleti (calciatori e sciatori), è causata dalla fuoriuscita o rottura dei menischi, soprattutto di quelli più interni. Si ha un blocco dell’articolazione gonfiore e dolore acuto intenso.
-artrite: è un’infiammazione delle articolazioni dovuta a diverse cause, (tossiche, allergiche, microrganiche) che può compromettere la mobilità articolare.
- artrosi: si tratta di un processo degenerativo che altera l’elasticità delle cartilagini e delle articolazioni più soggette ad usura e si manifesta oltre i cinquant’anni. È richiesta la terapia farmacologica ma anche la pratica di un’attività fisica mirata a rispettare una sana alimentazione.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email