Kanakin di Kanakin
Eliminato 1338 punti

Malattie del sistema nervoso

Encefalite e mielite.

Sono malattie di origine infettiva rispettivamente a carico del cervello e del midollo spinale.

Meningite.

È un'infezione delle meningi causata da batteri o virus. È una malattia contagiosa che nella forma tubercolare colpisce prevalentemente i giovani.

Poliomelite.

E una grave malattia infettiva e contagiosa, causata da un virus che si insedia nel midollo spinale e ne distrugge la sostanza grigia. Colpisce soprattutto i bambini causandone la morte o paralisi permanenti. Attualmente, grazie alle vaccinazioni su larga scala, è molto in regresso in tutto il mondo.

Epilessia.

È una malattia che colpisce prevalentemente i giovani. Consiste in una temporanea perdita di coscienza e di memoria a volte accompagnata da convulsioni. Generalmente è provocata da una lesione al cervelletto originatasi da un trauma, ma può essere anche conseguenza di altre malattie cerebrali (meningite, encefalite, tumori).

Tetano.

E una malattia infettiva acuta, causata da un batterio presente nei terreni concimati con materiale focale o nei metalli arrugginiti. Penetra generalmente da qualche ferita e produce immediatamente una potente tossina che agisce sul cervello e sul midollo spinale provocando spasmi muscolari e violenti dolori che poi causano la paralisi totale e la morte.
L'unica prevenzione è la vaccinazione che però ha la durata di cinque anni.

Commozione cerebrale.

Spesso conseguenza di traumi cranici per incidenti, è la lesione di alcune cellule del cervello. L'individuo colpito mostra immediatamente perdita della conoscenza, pallore, rilassamento dei muscoli e perdita della sensibilità.
Generalmente si può risolvere senza lasciare danni, ma se nel trauma si è verificata la rottura della scatola cranica e delle meningi vi è pericolo di morte o di paralisi parziali.

Morbo di Parkinson.

Malattia del sistema nervoso centrale caratterizzato da rigidità e tremori muscolari progressivi. Colpisce prevalentemente gli uomini al di sotto dei cinquanta anni di età. È dovuta a lesioni degenerative dei gangli cerebrali delta base, quelli che controllano i movimenti. Il morbo di Parkinson è inguaribile, anche se curabile, ed è generalmente progressivo.

Distrofia muscolare progressiva.

È una malattia cronica e progressiva che colpisce la muscolatura striata a differenti età e in diverse localizzazioni corporee; la causa è sconosciuta. E' comunque una patologia ereditaria. Si manifesta con debolezza muscolare non accompagnata da dolore e di solito con riduzione del volume muscolare (atrofia). A tutt'oggi non esiste una terapia scientifica.


Malattie dell'apparato digerente

Ulcera gastroduodenale.
È una malattia fra le più diffuse che colpisce il 5-10% delle persone fra i venti e i cinquanta anni. Consiste in un'erosione più o meno profonda delle pareti dello stomaco e del duodeno, provocata da un'eccessiva produzione di succo gastrico da parte delle ghiandole gastriche. Le cause sono diverse e senza dubbio concorrono: disordini alimentari, abuso di alcolici, fumo, stress e fattori nervosi in genere.

Colite e gastrite.

Provocate da fattori nervosi e da disordini alimentari sono forme infiammatorie rispettivamente del colon e dello stomaco.

Epatite.

È un processo infiammatorio a carico del fegato. La forma più comune è l'epatite virale, una malattia infettiva acuta e contagiosa che si può manifestare a tutte le età. Diversi virus possono provocare l'epatite virale; fra questi due sono responsabili dell'epatite di tipo A e dell'epatite di tipo B. Quella di tipo A viene trasmessa per via orofecale (feci e bocca) e il contagio può avvenire da persona a persona o per contaminazione di acqua e cibi (specie frutti di mare, latte e derivati). Quella di tipo B si trasmette quasi esclusivamente per contatto di sangue (trasfusioni, aghi di siringhe infette).

Cirrosi epatica.

È una malattia grave, inguaribile e spesso mortale. Consiste in un'alterazione profonda del tessuto del fegato e deriva soprattutto dall'abuso di alcol.

Diabete mellito.

È una pericolosa disfunzione del pancreas che può portare a questa grave malattia. Si ha quando la produzione di insulina è insufficiente e il glucosio si accumula pericolosamente nel sangue. Una dieta opportuna e la somministrazione di insulina possono solo impedire gravi conseguenze.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017