Video appunto: Anosmia e calici gustativi

Anosmia e calici gustativi



Per la maggior parte dei pazienti, l’anosmia è dovuta a lesioni della testa, a postumi di un'infiammazione della cavità nasale (da raffreddore, allergia, fumo), all'invecchiamento.
Alcune malattie dell'encefalo possono annullare il senso dell'olfatto, oppure imitarlo: per esempio, alcuni soggetti affetti da epilessia avvertono aure olfattive (allucinazioni olfattive) immediatamente prima dell'attacco di convulsioni.

Quando sentiamo il sapore delle cose, stiamo in realtà esaminando e valutando in modo profondo il nostro ambiente, e molti considerano il gusto il più piacevole dei nostri sensi speciali.
I calici gustativi, recettori specifici del senso del gusto, sono ampiamente distribuiti nella cavità orale. La maggior parte dei circa 10 000 calici gustativi di cui siamo dotati si trova sulla lingua.

Alcuni sono sparsi sul palato molle e sulla superficie interna delle guance. La superficie dorsale della lingua è coperta da piccoli rilievi, le papille; i calici gustativi sono situati nella parte laterale delle grandi e rotondeggianti papille circumval late e alla sommità delle più numerose papille fungiformi.
Le cellule specifiche che reagiscono alle sostanze chimiche disciolte nella saliva sono cellule epiteliali dette cellule gustative; i loro lunghi prolungamenti, i peli gustativi, sporgono nel poro gustativo e, quando sono stimolati, trasmettono gli stimoli all’encefalo.