Sapiens Sapiens 15307 punti

Seconda Guerra Mondiale attraverso il cinema

Il film, al di là del divertimento che esso può suscitare, possiede un valore documentale notevole. Patriottico o pacifista, esso suscita entusiasmo o irritazione nello spettatore in funzione dei valori che esso denuncia o esalta. Essendo il XX secolo il secolo del cinema, esso a prodotto un certo numero di film che raccontano storie collettive o individuali che hanno per tela di fondo i conflitti della prima metà del secolo e soprattutto la tragedia della Seconda guerra Mondiale
1940 – Il dittatore
Charlie Chaplin, nel ruolo del dittatore Hynker e Jack Oackie in quello di Napaloni, fanno la caricatura di Hitler di Mussolini a traverso un succedersi di gags esilaranti
1952 – Giochi proibiti
Siamo nel 1940. Una ragazzina i cui genitori sono morti sulla via dell’esodo è raccolta da una famiglia di contadini. È la storia sconvolgente di due bambini di fronte ai drammi e all’assurdità della guerra
1953 – Stalag 17
Willian Holden recita in modo straordinario nei panni di un sergente sospettato di spionaggio in una saga umoristica de lla vita in un campo di prigionieri tedeschi
1956 – La traversata di Parigi
Si tratta di una ricostruzione della vita notturna di Parigi durante l’ occupazione tedesca; i protagonisti, impersonati da Jean Gabin e da Bourvil, trasportano della carne destinata al mercato da una parte all’altra della capitale
1962 – Il giorno più lungo
Si tratta di una distribuzione internazionale prestigiosa in una superproduzione che mette in scena i preparativi e lo svolgimento dello sbarco in Normandia.
1964 - Week-end a Zuycoote
Nel giugno 1040, l’esercito francese e inglese, accerchiati dai Tedeschi, ripiegano verso l’ Inghilterra. Non tutti i soldati possono imbarcarsi. Rimasto nel porto, il protagonista, interpretato da Jean-Paul Belmondo troverà l’amore e la morte
1966 – Tre uomini in fuga (La grande vadrouille)
Bourvil e Louis de Funès recitano nel ruolo di un imbianchino e di un direttore d’orchestra entrati nella Resistenza, loro malgrado per poter aiutare alcuni aviatori della RAF ad entrare nella zona libera
1969 – L’armata delle ombre (L’Armée des ombres)
Ispirato ad un romanzo di Joseph Kessel, il film di Melville tratta della Resistenza e dell’ Occupazione. Lino Ventura recita nei panni di Philippe Gerbier, in resistente che cade nelle mani della Gestapo e Simone Signoret è Mathilde, un personaggio tratto da Lucie Aubrac.
1993 - La lista di Schinder (= Schinder’s List)
È considerato unanimemente uno dei migliori film della storia del cinema per la messa in scena dell’olocausto.
Hai bisogno di aiuto in Cinema?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email