First men in the moon


First Men in the Moon è un film sci-fi britannico del 1919 diretto da Bruce Gordon e J.L.V. Leigh e interpretato da Gordon, Heather Thatcher e Lionel d'Aragon. Il film è basato sul romanzo di H.G. Wells con lo stesso nome. È noto soprattutto per essere il primo adattamento cinematografico di un'opera dell'autore, in quanto in precedenza esistevano solo diversi film ispirati al suo lavoro, come Invisibility e Le Voleur Invisible.

Alla sua prima uscita, il film ha ricevuto recensioni di opinioni miste e non concordanti tra di loro. Alcuni criticarono la cruda natura degli effetti speciali, mentre altri elogiarono il film per aver preservato al meglio l'atmosfera e le ambientazioni del romanzo originale, nonostante il basso budget a disposizione. Il film presto cadde nella completa oscurità ed ora è elencato dal British Film Institute come uno dei loro 75 film più ricercati nella storia.

A parte qualche materiale pubblicitario e qualche foto, poco sopravvive sul film, e non è noto se riuscirà mai a risorgere di nuovo.

La sintesi tratta dal Bioscope del 5 giugno 1919 recita:

In compagnia di Rupert Bedford, uno speculatore afferente, Samson Cavor, anziano inventore-scienziato, ascende sulla Luna in una sfera ricoperta di "Cavorite", una sostanza che ha la proprietà di neutralizzare la legge di gravità. In seguito a strane avventure con i 'Seleniti' (gli abitanti della Luna), Bedford abbandona il professore e ritorna da solo sulla Terra per fare una fortuna dal Cavorite. Tuttavia, grazie alla telegrafia wireless, Hogben, un giovane ingegnere innamorato della nipote di Cavor, Susan, riuscirà a mettersi in contatto con l'inventore, il quale denuncia Bedford e afferma che è stato amichevolmente ricevuto dal Grand Lunar, sovrintendente dei seleniti. Susan, al sapere di questi eventi, rifiuta indignatamente la proposta matrimoniale di Bedford e invece decide di accettare Hogben come suo marito.


Robert Godwin accolse molto bene il film, definendolo come "il primo film di sempre basato interamente su un famoso romanzo di fantascienza". "Frankenstein", apparso nel 1910, è da considerare come un adattamento vagamente tratto dal romanzo omonimo di Mary Shelley. anche esso perso, aveva un tempo di esecuzione di soli 16 minuti.
Per ciò, First Men in the Moon è da considerarsi come il primo lungometraggio che si basa fedelmente da un famoso romanzo fantascientifico.

Hai bisogno di aiuto in Cinema?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove