Sapiens Sapiens 12228 punti

Dall'intolleranza religiosa, come abbiamo detto, nascono numerosi e gravi problemi tra cui quelli derivanti dal proliferare di nuovi movimenti religiosi, di carattere non tradizionale, che si stanno ampiamente diffondendo nel nostro continente, specie negli ultimi anni. Il fenomeno ha assunto proporzioni allarmanti, destando viva preoccupazione nell'ambito del Parlamento Europeo e non solo. In particolare il 17 febbraio 1994, il Comitato dei ministri del Consiglio d'Europa ha rilasciato delle dichiarazioni in risposta ad una raccomandazione del Parlamento europeo sulle "Sette ed i nuovi movimenti religiosi.
Queste nuove aggregazioni religiose, individuate all'interno della Comunità europea, comunque già negli anni scorsi erano state oggetto di preoccupazione e di studio da parte delle autorità comunitarie; studio che ha condotto alla redazione di diversi documenti tra i quali un rapporto denominato "Cottrell" dal nome del suo estensore, l'inglese Richard Cottrell (1984). Tale rapporto conteneva alcune informazioni circa le caratteristiche essenziali dei movimenti religiosi alternativi ai quali prestare una particolare attenzione per la loro devianza.

In detto rapporto si faceva riferimento anche ad altri studi precedenti che avevano riguardato il problema ed in particolare si citava lo studio del sig. Hill per il governo dell'Ontario (1981), che era giunto a preoccupanti conclusioni; aveva, infatti, riconosciuto che uno dei maggiori rischi collegati alla nascita e al diffondersi dei nuovi movimenti religiosi era da individuare nella "follia collettiva e paranoia di gruppo", che si verificano facilmente quando si presentano all'interno di un movimento determinati fattori quali, ad esempio, la presenza di un capo dotato di carisma, la richiesta di finanziamenti da devolvere alla "causa" del movimento e ancora il sospetto di una minaccia esterna, vera o immaginaria, per il movimento stesso.

Hai bisogno di aiuto in Religione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze