Ominide 3880 punti

La poesia di Foscolo costruisce il nuovo con i grandi “materiali” del passato letterario classico e moderno e ciò si riflette anche nei sonetti. L’edizione finale dei Sonetti è quella del 1803 e insieme a due Odi vi sono 12 sonetti tra i quali quattro sono quelli maggiori: Alla Sera,A Zacinto,In morte del fratello Giovanni e Alla musa. La prima edizione comprende il tema politico-civile e quello amoroso,mentre quello filosofico comparirà nell’edizione definitiva. L’intreccio dei temi politico ed amoroso è di ascendenza alfieriana. Foscolo utilizza motivi ed espressioni di Petrarca e di Alfieri. Inoltre nei Sonetti vi sono citazioni bibliche,autori latini e rime dei poeti settecenteschi dell’Arcadia. I Sonetti realizzano un dimensione lirica legata alle istanze sentimentali dell’io. Vi è una pluralità di temi:affetti familiari,nostalgia della terra natale,meditazione sul proprio destino avverso e la morte. Il canto lirico è una confessione schiettamente autobiografica infatti la maggior parte dei sonetti presenta richiami diretti alle vicende personali dell’autore. Foscolo assimila la propria storia ai grandi miti del passato creando il personaggio Ulisse/Foscolo,le due figure si incrociano sul tema dell’esilio dal quale Foscolo non fa ritorno. Sul piano linguistico - espressivo i Sonetti presentano una ricerca costante di continuità sonora,vi sono assonanze,rime interne e allitterazioni ed è frequente l’uso dell’enjambement.

Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email