Il Barocco


La parola Barocco deriva o da baroco, ragionamento articolato e contorto, o da barroco, perla irregolare e imperfetta. Quando si parla di Barocco si intende quel clima culturale che abbraccia la realtà in ogni suo aspetto e riflette la concezione che l'uomo ha del mondo e di se stesso.
Il Seicento è un periodo di crisi economica e politica e l'immaginario poetico barocco riflette questa crisi: il mondo è un labirinto in cui è impossibile orientarsi mentre l'uomo percepisce se stesso come una creatura fragile, all'interno di un mondo privo di certezze. Tutto ciò che esiste è soggetto al dominio del tempo ed è destinato a scomparire. Il mondo è in continua mutazione e per questo esso è soltanto apparenza, viene visto come un teatro dove tutto è solo rappresentazione. L'uomo in questo mondo illusorio si affida ai sensi per conoscere la verità. Il fine di ogni azione umana è lo stupore dei sensi perché è grazie ad essi che l'uomo diviene partecipe del continuo cambiamento del mondo. Per ottenere l'effetto di meraviglia è necessaria ogni forma di sfarzo e di ostentazione. Si sperimentano tutte le possibili tecniche artistiche ed espressive per suscitare ammirazione e stupore.
Il 1600 è un secolo in cui tutto diviene spettacolo, in cui abbondano rappresentazioni teatrali dalla scenografia sontuosa, feste di corte dominate da lusso e sfarzo. Compito dell'ingegno umano è individuare nuove e sorprendenti attrazioni. La poesia barocca è sfarzosa e abbondante, caratterizzata da un uso ridondante dell'aggettivazione e da una sintassi contorta.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Barocco
Registrati via email