Ominide 36 punti

"Alle fronde dei salici"


E come potevano noi cantare
Con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull’erba dura di ghiaccio, al lamento
d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.


Analisi


Salvatore Quasimodo scrive la poesia "Alle fronde dei salici" nel 1946 e fa parte della raccolta "Giorno dopo giorno" dal 1947. In questa poesia l'autore racconta che durante la guerra i poeti non potevano comporre liriche a causa dei soldati che avevano calpestato i sentimenti di tutto il popolo. I cittadini si trovavano fra i morti abbandonati nelle piazze e i loro cuori si indurivano come ghiaccio a causa del dolore e della sofferenza. I poeti non potevano comporre liriche sotto il lamento dei fanciulli o alla vista della madre Maria che andava incontro al figlio Gesù crocifisso sul palo del telegrafo. Così appendevano le loro cetre ossia il simbolo della poesia alle fronde dei salici che sono il simbolo della tristezza e del pianto e queste oscillavano leggere alla condizione dolorosa in cui era costretta a vivere tutta l'umanità. La poesia è composta da tutti versi endecasillabi tranne il settimo e sono presenti varie figure retoriche.Al secondo verso la metafora "piede straniero" sta ad indicare i soldati tedeschi mentre"sopra il cuore" indica un'Italia invasa dal dolore. Al quarto verso l'espressione "erba dura di ghiaccio" è la metafora dei cuori infranti delle persone mentre "al lamento d'agnello dei fanciulli" è un'analogia in cui il pianto dei fanciulli è paragonato a quello dell'agnello. Infine all'ultimo verso la metafora "triste vento" indica la condizione dolorosa in cui vive l'umanità e poi ci sono anche molte allitterazioni della lettera "r" ed "l".
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email