Ominide 4552 punti

Cesare Pavese - La luna e i falò: trama e descrizione del romanzo


Dopo essere stato in America, il protagonista torna al proprio paese d’origine per ritrovare le proprie radici. Egli è stato adottato, dunque non conosce le sue reali origini e si chiede dove i suoi genitori lo abbiano abbandonato, magari dentro un ospedale o sui gradini di una Chiesa.
La ricerca del protagonista viene preannunciata da una frase scritta nelle prime pagine del romanzo: “ho creduto che questo paese in cui non sono nato fosse tutto il mondo. Dopo essere stato in America, però, so che il mondo è fatto da tanti piccoli paesi. Un paese è tuo quando sai che qualcuno lì ti aspetta, ma io non ho nessuno da cui tornare”.
Nel romanzo viene rappresentata la consapevolezza della solitudine irrimediabile. Il protagonista è un trovatello adottato da una famiglia che in cambio riceve una rendita mensile. Inizialmente egli ignora la verità ma ne viene a conoscenza a causa dell’atteggiamento dei compagni, i quali lo chiamano “bastardo”.appunto “trovatello”. In seguito alla morte della madre adottiva, il protagonista si reca in America per trovare un impiego e, soprattutto, per tentare di risalire alle sue origini. Il desiderio di ritrovare la propria identità non si risolve nel conforto, ma nel cupio dissolvi (desiderio della morte). Terminata la vana ricerca, il protagonista torna al proprio paese, che nel frattempo è cambiato a causa dello scoppio della Seconda guerra mondiale.
I falò hanno un significato ambivalente: essi sono il simbolo della passata innocenza, cioè della purezza del mito dell’infanzia, ma alludono anche l’ardente furia e la violenza fascista.

Analisi dell’opera


Come accade in altre opere di Pavese, il primo capitolo introduce i temi principali del romanzo. Il narratore spiega le ragioni per cui le famiglie povere adottavano spesso dei bambini: la possibilità di ottenere altra forza lavoro e dei sussidi da parte dello stato (la pesata). La conduzione del racconto, condotta in prima persona, contribuisce a concretizzare la realtà descritta dall’autore. Dopo il viaggio in America, il protagonista affronta il ritorno al proprio paesino, che si configura fallimentare. Egli non riesce a trovare la sua “carne”, cioè le proprie origini. L’esperienza maturata dal narratore non riesce a placare le sue ansie e le sue inquietudini.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email