Ominide 4554 punti

Cesare Pavese - Lavorare stanca: descrizione e analisi dell’opera


L’attività letteraria di Pavese inizia con un libro di versi: “Lavorare stanca”, uno dei primi scritti neorealistici. L’opera, pubblicata nel 1936, comprende un intermezzo narrativo costituito da alcuni racconti quali ad esempio “I paesi tuoi” e “La luna e i falò”; essa si conclude con una raccolta di poesie.
Le produzioni contenute in “Lavorare Stanca” lasciano trasparire l’uso di una poetica nuova: la poesia racconto, caratterizzata da una sintassi essenziale e da un linguaggio scarno e ridotto all’osso. Per quanto riguarda la forma, dunque, essa presenta diverse affinità con la poesia ermetica, dalla quale però si distacca per il carattere antilirico, oggettivo e narrativo e, soprattutto, per l’uso di versi liberi e lunghi. Gli ambienti descritti sono umili e semplici, come ad esempio le colline delle langhe e le osterie e i personaggi sono modesti, come ad esempio contadino e giovani prostitute. I temi di fondo dell’opera sono il contrasto tra la tranquilla vita di campagna e quella caotica di città, la contrapposizione tra adolescenza e maturità e tra solitudine e impegno politico. Pavese stesso afferma che i contenuti riguardano le avventure tipiche dell’adolescente, il quale, abituato alla vita di campagna, immagina le caratteristiche e i vantaggi della vita di città, giungendo ad una tragica e inquieta solitudine. Inoltre, l’avventura dell’adolescente rimanda alla prima egloghe di Virgilio, cioè quella riguardante Titiro e Melibeo. La descrizione di tale avventura e della solitudine a cui essa conduce costituisce anche un elemento biografico dello stesso autore, il quale si sentì sempre legato agli anni della sua infanzia, vissuti nei paesaggi campagnoli delle langhe. Il mito dell’infanzia, cioè il ricordo nostalgico degli anni trascorsi in simbiosi con la natura, è uno degli elementi principali da cui scaturisce la solitudine provata da Pavese. Tale sentimento nostalgico risulta evidente anche nelle opere dell’autore, caratterizzate dal motivo ricorrente della malinconia e del desiderio di fare ritorno alla terra natale.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email