S4161 di S4161
Ominide 1103 punti

Pensiero e poetica di Ernest Hemingway

Scrivere in maniera semplice e chiara, con assoluta onesta, senza nascondere ciò che potrebbe creare imbarazzo per motivi ideologici, raccontare solo cose che si conoscono per esperienza: questa è la poetica di Hemingway. Le vicende vissute personalmente, le testimonianze di altri e invenzioni verosimili sono le fonti della sua narrativa.
Il realismo di Hemingway presenta tratti neoromantici in quanto mira a narrare la sequenza prodotta dall'emozione e dalla cosa che l'ha prodotta, e i suoi protagonisti spesso sconfitti, sono individui coraggiosi, in lotta contro la natura, la guerra ed eventi.
Elio Vittorini, uno dei principali teorici e scrittori del nuovo realismo italiano, grande ammiratore dello scrittore statunitense, analizzando il tema centrale della narrativa di Hemingway indica nello stoicismo il riferimento morale su cui si rivolgono i suoi personaggi in quanto assumono l'avventura del vivere come un'impresa da condurre fino in fondo con coraggio, pronti a soffrire e anche a rischiare la vita.
Lo stile è basato su periodi brevi, scarsi aggettivi, poca descrizione, rari commenti, ma molti dialoghi e parlato. Tale stile influenzerà generazioni di narratori in tutto il mondo.
L'influenza di Hemingway sulla narrativa italiana è notevole: si dedicarono soprattutto Elio Vittorini e Cesare Pavese, per la bellezza dell'eroe nordamericano, avvertito come ''ribelle''.
Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email