La Mandragola

Callimaco, attirato dalla bellezza di Lucrezia, moglie del vecchio messer Nicia, da Parigi giunge a Firenze dove, con l'aiuto
del parassita Ligurio, di frate Timoteo e di Sostrata, madre della giovane, organizza un piano per beffare lo sprovveduto e
presuntuoso Nicia, e possederne la splendida moglie.
Fingendosi medico, persuade messer Nicia, desideroso di avere un erede, a far bere a Lucrezia una pozione di erba mandragola,
facendogli credere che sia un rimedio efficace per combattere la sterilità, ma mortale per l'uomo che giacerà per primo con
la donna che l'abbia bevuta.
Così di notte viene rapito un giovane che è fatto giacere con Lucrezia, perché vanifichi gli effetti letali della mandragola.
Ma il giovane altri non é che lo stesso Callimaco travestito.
Lucrezia, sposa onesta e piena di scrupoli, asseconda il piano, convinta dal suo confessore Timoteo e dalla madre.

Quando finalmente Callimaco si trova con la giovane, le svela l'inganno e le chiede perdono.
Lucrezia, dopo una notte d'amore, accetta di buon grado la sua condizione di adultera e organizza le cose in modo da potersi
incontrare regolarmente con Callimaco.

Hai bisogno di aiuto in Vita e opere di Machiavelli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email