Ominide 1445 punti

Machiavelli - Belfagor

Scritto intorno al 1518, aveva come primo titolo "Favola". Plutone, re dell’inferno, decide di mandare un diavolo sulla terra a verificare su la vita coniugale è davvero peggiore delle punizioni infernali. Egli invia Belfagor che, trasformato in un giovane uomo di bell’aspetto e con una forte somma di denaro, dovrà restare sulla terra dieci anni. Arrivato a Firenze, si sposa e rimane vittima della moglie, monna Onesta, che gli dissipa tutte le ricchezze e per la quale è in mano ai creditori. Fugge e trova riparo da un contadino, Gianmatteo del Brica, che lo aiuterà se il diavolo lo farà diventare ricco. Così questo inizia ad impossessarsi del corpo di alcune fanciulle, uscendone solo all’arrivo del contadino, che viene coperto di denaro e di onori. A un certo punto però Belfagor dichiara di non volerlo più aiutare e, convinto di tendergli un inganno, si impossessa del corpo della figlia del re di Francia. Quando Gianmatteo è chiamato a corte per esorcizzarla, riesce con astuzia a tendere un contro inganno al diavolo e, fingendo che sua moglie stia per arrivare, lo mette in fuga. Il diavolo, pur di non sottoporsi nuovamente alla tortura matrimoniale, preferisce tornare all’inferno, comprendendo che l’inferno vero è su questa terra dove i rapporti umani sono determinati dall’egoismo e dalle ragioni economiche.

Hai bisogno di aiuto in Vita e opere di Machiavelli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove