Ominide 4169 punti

Machiavelli – il pensiero e la poetica


L’autonomia della politica e la lezione della storia:
• L’azione politica si deve fondare sulla “verità effettuale della cosa” (osservazione e studio della realtà concreta) e sullo studio della storia antica e contemporanea, che offre esempi da imitare
• La politica viene considerata una scienza autonoma
• Nella politica non valgono più i parametri che regolano un comportamento corretto, quindi si sostituiscono il bene e il male con i criteri di utilità, efficienza e successo
• Un principe può essere buono o non buono al fine che lo stato ricavi del bene
La separazione tra politica e morale:
• Machiavelli pensa che l’uomo sia un essere portato naturalmente al male
• Lo stato solido è l’unica istituzione in grado di gestire la cattiva natura umana
• Le azioni umane sono regolate dalla virtù e dalla fortuna
Una visione realistica della politica:
• Con il termine machiavellico si definiscono i comportamenti privi di scrupoli morali
La situazione critica italiana:
• Lo stato era diviso in signorie e formazioni territoriali varie, perciò lo stato non era né forte né ben organizzato
• Questo dipendeva dal ruolo politico della chiesa e l’incapacità politica dei principi italiani
La chiesa, i principi:
• Machiavelli pensa che la religione possa essere uno strumento politico
Hai bisogno di aiuto in Vita e opere di Machiavelli?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email