sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Capitolo I del Principe-


Machiavelli nel primo capitolo del Principe, particolarmente breve e sintetico, evidenzia come tutti gli stati che hanno avuto potere sugli uomini sono stati o repubbliche o principati; di questi ultimi ne individua due forme: quello Ereditario e quello Nuovo, che a sua volta può essere o completamente nuovo o misto, ossia in parte ereditario e in parte nuovo.
Machiavelli cita Milano di Francesco Sforza come esempio di principato del tutto nuovo, mentre cita il Regno di Napoli del Re di Spagna Ferdinando come esempio di principato misto.
Machiavelli individua nelle armi, proprie o altrui, nella virtù e nella fortuna quelle componenti che dovrebbero portare all’acquisizione di un principato.

-Capitolo VI del Principe-


In questo capitolo del Principe, Machiavelli tratta dei Principati Nuovi, conquistati attraverso armi proprie od altrui.
Secondo egli, il Principe deve comportarsi come un Arciere, il quale mira in alto per poter raggiungere il bersaglio; allo stesso modo l’uomo che vuole fare carriera deve puntare in alto, in modo che vi siano più possibilità di raggiungere il proprio obiettivo.
Machiavelli consiglia inoltre di seguire le orme di uomini vissuti in precedenza, specialmente in età classica, dei quali è praticamente impossibile eguagliarne le gesta, poiché possono essere da spunto per raggiungere i propri scopi.

Machiavelli afferma anche che chi fa riferimento alla sola fortuna, ossia al caso, non riuscirà a reggere ottimamente il proprio principato; piuttosto deve sfruttare l’occasiona datagli dalla fortuna attraverso la virtù.
Lo scrittore afferma anche che per governare ottimamente è buona cosa risiedere nel territorio controllato.
Cita Mosè, Ciro (re di Persia), Romolo e Teseo (Atene), come i Principi di grande successo.

-Capitolo XXIV del Principe-


In questo capitolo Machiavelli spiega i motivi per cui i Principi italiani hanno perso i propri Stati, come il re di Napoli o il duca di Milano.
Hai bisogno di aiuto in Principe?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email