Tutor 33011 punti

riassunto de Filo d'aria di Pirandello

L'opera Filo d'aria è una novella scritta da Luigi Pirandello, al cui prima edizione originaria è del 1914. Nella novella la giovane Tittì entra in una delle camere buie della propria abitazione con l'intento di aprire una vetrata che si trova sul balcone. Ciò che dimentica la giovane fanciulla è che in quella stanza si trova il nonno che è rimasto vittima di una terribile emorragia cerebrale che lo obbliga a stare paralizzato ormai da anni. L'anziano si irrita con la bambina, rimproverandola. Da questo momento in poi egli si renderà conto del fatto che qualcosa intorno a lui stia cambiando, come se tutti i componenti della sua famiglia gli stessero nascondendo qualcosa.

Il sentimento di irritazione dell'uomo piano piano si trasforma in vero e proprio furore, in quanto si accorge che nessuno gli vuole spiegare cosa stia accadendo. Sul finire della giornata però un filo d'aria gli farà comprendere che cosa stia succedendo: sta arrivando la bella stagione.

Si tratta di un'opera che rappresenta la svolta in ambito teatrale di Pirandello: il testo che ha posto in scena è molto breve e sintetico, dando risalto in particolare modo alla rappresentazione scenica della storia. I dialoghi tra i personaggi sono molto veloci, così come l'entrata in scena dei personaggi. Il tipo di scrittura è molto veloce e rapido, ridotto all'essenziale.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email