Luigi Pirandello

Nasce in Sicilia, provincia di Agrigento, nel 1867 → nella culla del verismo (Capuana –Verga) ma poi si trasferisce a Roma per studiare lettere.
Si laurea in filologia a Bonn
Inizialmente si interessa alla poesia, poi torna a Roma e viene introdotto da Capuana alla prosa. Da questo momento Roma diventa la sua città principale.
Problema economico → tracollo dell'impresa paterna + pazzia della moglie (al suo letto di ospedale scrive il suo primo e più grande successo = Il fu Mattia Pascal (1904)
Imponente produzione di novelle-->Novelle per un anno, Uno, nessuno e centomila.
Produzione teatrale--> dal 15 anche all'estero
Pubblica una prima raccolta di opere teatrali tra il 18 e il 21 = Maschere nude
Si iscrive al partito fascista ma se ne distaccherà via via sempre di più
1934- vince un Nobel per la letteratura

Un secondo fondamentale influsso fu Leopardi

Pensiero e poetica

• è influenzato da Verga e Capuana, ma li attraversa per arrivare oltre, così come attraversa Leopardi.
• Critico nei confronti della scienza e del progresso
• Pensa che l’uomo moderno sia investito di una crisi di identità che lo porta a mettere in discussione i fondamenti stessi della realtà.
• La società moderna per sua natura impone all’uomo di indossare una “maschera”
• “Poetica dell’umorismo”-->per lui l’umorismo è il sentimento del contrario, qualcosa che istintivamente fa ridere, ma a cui poi si aggiunge una riflessioni più profonda. C’è un nesso tra gli aspetti tragici e comici della vita.

Saggio:
L'umorismo
− è un saggio scritto nel 1908
Riflette sull'ironia → è la poetica dell'umorismo che diventa per lui la novità che lo contraddistingue

Per spiegare l'umorismo, parte dal sentimento del contrario.
Rido perché quello che vedo non rispecchia il prototipo che mmi aspettavo: ex una vecchia che si veste da ragazza → non è una vecchia che si veste come dovrebbe.
Rido quando avverto che quello che vedo è il contrario di quello che dovrebbe essere
ma quando al comico si aggiunge qualcos'altro, si ha l'umoristico: dall'avvertimento che mi fa ridere aggiungo una riflessione che mi fa nascere un sentimento.
Ex inizio a pensare che la donna ha un motivo x conciarsi così, magari un motivo anche triste → non posso più riderne.
Ma se nell'umoristico c'è una riflessione che mi fa andare oltre, l'umorismo è un metodo conoscitivo.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email