Ominide 60 punti

Luigi Pirandello

Luigi Pirandello nasce il 18 giugno 1867 ad Agrigento. Il padre Stefano vorrebbe avviarlo agli studi tecnici, ma Luigi decide di frequentare il liceo classico e nel 1886 si scrive alla facoltà di lettere a Roma.
Grazie a Luigi Capuana entra in contatto con l'ambiente letterario e nel 1889 pubblica il suo primo libro di poesie, 'Mai Giocondo'.
Nello stesso anno, Pirandello sceglie di concludere gli studi in Germania. Trascorre tre anni a Bonn. Legge le opere di Goethe, Schopenhauer e Nietzsche e nel 1891 si Laurea.
Ha una relazione con Jenny Schulz-Lander e le dedica 'Pasqua di Gea'.
Torna a Roma e nel 1893 scrive il primo romanzo 'L'esclusa', pubblicato solo nel 1901. L'anno seguente sposa Maria Antonietta Portulano e ebbe tre figli. La famiglia si stabilisce a Roma, dove l'autore diviene insegnate di lingua italiana all'Istituto Superiore di Magistero.
Nel 1903 la famiglia subisce un grande crollo finanziario. Oltre alle difficoltà economiche, si presenta anche la malattia della moglie. Pirandello compone 'Il fu Mattia Pascal', pubblicato nel 1904 e ottiene un grande successo. Negli anni seguenti, Pirandello scrive diversi romanzi:

- I vecchi giovani;
- Suo marito;
- Quaderni di Serafino Gubbio operatore;
- Uno, nessuno e centomila (completato nel 1925);
Dal 1910, grazie a Nino Martoglio presentano a Roma gli 'Atti Unici'. Solo dal 1915, Pirandello orienta i suoi interessi nel teatro. Negli anni seguenti mette in scena testi del 'Teatro del Grottesco':
- Pensaci Giacomino!;
- Così e il piacere dell'onestà;
- Il giuoco delle parti.
Scoppia la Seconda Guerra mondiale e il figlio viene arrestato, gli muore la madre, peggiora la malattia della moglie e Pirandello decide di farla internare in una clinica psichiatrica. Il 10 maggio 1921 rappresenta a Roma 'Sei personaggi in cerca d'autore', che si rivela un disastro, ma a Milano al teatro 'Manzoni' e 'Enrico IV' ottiene un vero trionfo.
Dopo qualche tempo la fama di Pirandello ha un successo mondiale.
Nel 1924, Pirandello si schiera con Mussolini, aderisce al paritito Fascista per due motivi: Egli ha apprezzato i principi anarchici socialisti e anche perché la famiglia era politicamente conservatrice. Con l'appoggio di Mussolini, Pirandello diventa direttore del teatro d'arte di Roma. Dopo il romanzo 'Uno, nessuno e centomila'. progetta le 'Novelle per un anno' (opera incompiuta).
Nel 1934, riceve il premio nobel per la letteratura. Interessato al cinema, Pirandello con il regista Pierre Chenal. lavora alla trasposizione cinematografica del romanzo 'Il fu Mattia Pascal'. però si ammala di polmonite e muore il 10 Dicembre del 1936.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email