Guido Guinizzelli

Nasce a Bologna intorno al 1235 ed era un giudice interessato alle vicende politiche della sua città. Faceva parte di una famiglia ghibellina e la sua produzione comprende 5 canzoni e 15 sonetti. Inizialmente legato alla maniera gittoniana e al suo stile artificioso se ne staccò in seguito facendosi iniziatore della nuova poesia e fornendo ad essa un manifesto programmatico ed esemplare. Dante lo definisce: padre mio e degli altri politi migliori di me che hanno composto rime d'amore soavi ed eleganti. Nel canzoniere la maggior parte dei componimenti è impostata su nuove tonalità stilistiche e offre un campionario dei più tipici temi stilnovisti. Tutti motivi seguiti in seguito dagli altri poeti. Un'altra caratteristica è il gusto per il sottile ragionamento filosofico.

Guido Cavalcanti

Guido nacque a Firenze intorno al 1250 da una delle più potenti famiglie di Firenze, di orientamento guelfo si schierò dalla parte dei bianchi e partecipò intensamente alle vicende politiche della città. Di cavalcanti ci sono pervenuti 52 componimenti esso aveva una profonda cultura filosofica e si interessò degli effetti sconvolgenti dell'amore. Lo sbigottimento, il tremore, le lacrime, i sospiri, che conducono l'amante alla distruzione fisica e spirituale sono i temi più utilizzati dall'autore. L'immagine della donna e come avvolta da un alone mistico e resta lontana irraggiungibile, inconoscibile.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email