Ominide 338 punti

Francesco d'Assisi

Francesco d'Assisi nacque ad Assisi nel 1182 in una famiglia agiata. Il padre, Pietro Bernardone; era un ricco mercante.
Nel 1202 partecipò alla guerra tra Perugia e Assisi e venne fatto prigioniero. Durante il suo periodo di prigionia si pensa che ebbe inizio la sua conversione religiosa. In seguito a questo, nacque in lui il desiderio di aiutare i bisognosi cominciando a rubare i soldi al padre per consegnarli a coloro che secondo lui ne avevano veramente bisogno. In seguito il padre lo scoprì e, infuriato, lo denunciò.
Ci fu un processo pubblico in piazza dove Francesco decise di volersi privare di tutti i suoi beni compresi i suoi vestiti decidendo di spogliarsi e indossare un telo. La famiglia, in seguito all'umiliazione in piazza, decise di cacciarlo di casa.
Da quel momento decise di dedicare la sua vita al servizio di Dio e dei poveri e vivendo in assoluta povertà.

Nel 1209 ottenne da Papa Innocenzo III il riconoscimento della Regola basata sull'amore, l'uguaglianza e l'assoluta povertà facendo così nascere l'ordinamento francescano con sede nella Porziuncola.
Fece un viaggio in Egitto con l'intento di convertire il sultano al cristianesimo.
Nel 1224 sul monte della Verna ricevette le stimmate come riconoscimento del lavoro svolto durante la sua vita.

Morì ad Assisi nel 1226 nella Porziuncola e nel 1228 fu fatto santo.

Hai bisogno di aiuto in Autori e opere?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email