Eliminato 1334 punti

La questione della lingua in Italia

Il volgare italiano deriva dal latino insieme ad altre ilngue che sono il francese, lo spagnolo, il rumeno (dacio). Vengono chiamate lingue romanze o neolatine. Il latino era la lingua parlata nel vasto impero romano ma quando i barbari attaccano l'impero romano e quest'ultimo si disgrega, la lingua latina si fonde con gli elementi dialettali locali e nascono le lingua nazionali. In Italia il primo autore che si pone il problema di una lingua unitaria è Dante Alighieri che scrive il "De Vulgari Eloquentia". In quest'opera Dante affferma che in Italia esistono 14 dialetti: 7 a sinistra dell'Appennino e altri 7 a destra dell'Appennino. Per creare una lingua unitaria bisogna prendere il fior-fior delle parlate locali e la lingua unitaria dovrà essere:
ILLUSTRE: nel senso che questa lingua deve brillare nelle opere di chi la utilizza.
CARDINALE: nel senso che deve fungee da cardine (come quello della porta intorno al quale ruotano tutti i dialetti locali)

AULICA(REGGIA): se ci fosse una reggia, quella lingua dovrebbe essere utilizzata nella reggia.
CURIALE(SENATO): se in Italia ci fosse un senato quella lingua dovrà essere utiilzzata nel senato.
Intanto in Italia si afferma il toscano perchè è la lingua utiilzzata da Dante, Petrarca e Boccaccio tutti e 3 Toscani.
Nel '500 si ripropone il problema della lingua e il trattista Pietro Bembo scrive "Prose della volgar lingua" e propone come lingua unitaria per la poesia la lingua di Petrarca, e per la prosa la lingua di Boccaccio. Quindi per molti secoli i letterati utilizzarono il toscano secondo l'insegnamento di Bembo. Nel '800 Manzoni riapre il problema della lingua anche perchè dopo l'unità d'Italia c'è bisogno di una lingua unitaria e anche il Manzoni scrive un trattato sulla lingua il cui titolo è "Dell'unità della lingua e dei mezzi di diffonderla". Il problema linguistico verrà affrontato anche alla stesure del romanzo. Inizialmente Manzoni utilizzerà il toscano scritto ma poichè il toscano scritto risultava antiquato alle orecchie dei lettori, decise di utilizzare il toscano parlato dalle classi colti.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email