Erectus 2101 punti

In Francia, fra 11° e il 13° secolo,nascono e si sviluppano i principali generi letterari del Medioevo: poema epico, lirica d’amore e romanzo cortese. La Chanson de Roland rappresenta la massima rappresentazione del poema epico; oltre a questo vanno notati tre poemi epici che nascono al di fuori dei confini della Francia: il primo, il Beowful, nelle isole britanniche, scritto intorno al 750 d.C. è l’unico poema inglese che ci è pervenuto integro; il secondo, Il “Cantar del mio Cid”, nella Penisola iberica, composto intorno al 1140, scritto in lingua castigliana, e il terzo: il “Nibelungenlied” – cantare dei nibelunghi, che si diffonde attorno al 1200 nell’area tedesca.
I poemi epici in lingua d’oil vengono chiamati “Chanson de geste” poiché hanno un accompagnamento musicale e narrano le imprese degli eroi protagonisti. Nonostante nascano in un ambiente colto, esse vengono trasmesse oralmente ad un pubblico prettamente popolare. I testi sono anonimi e vengono sottoposti alle variazioni personali di ciascun cantore. Sono formate da strofe di varia di varia lunghezza , di versi decasillabi (10) uniti tra loro da assonanze. Le canzoni di gesta verono sulle imprese di una famiglia o di una intera discendenza . il ciclo più antico è quello di Carlo Magno, nel quale sono narrate le imprese di Re Carlo e dei suoi soldati contro i Saraceni. Fa parte di questo ciclo la Chanson de Roland, scritta intorno al 1080. Il poema fu scritto circa tre secoli dopo la vicenda narrata: una spedizione di Re Carlo Magno contro i saraceni spagnoli, avvenuta nel 778. Carlo Magno, imperatore dei Franchi , dopo aver combattuto per sette anni in Spagna, accetta la proposta di pace del re Saraceno Marsilio. Invia Gano in qualità di ambasciatore, che però lo tradisce alleandosi con i saraceni e premeditando un attacco alla retroguardia guidata dal conte Orlando. Colti alle spalle, dopo una lunga lotta, i cristiani vengono sterminati a Roncisvalle. In punto di morte Orlando suona il corno per chiamare aiuto da arte dell’esercito di re Carlo. La parte finale del poema racconta l’arrivo di Carlo magno e la vittoria sui saraceni, mentre Gano viene processato e ucciso per il tradimento commesso.

Nel poema la morte di orlano rappresenta il momento di maggiore tensione: egli incarna la figura del perfetto guerriero e cristiano, capace di conciliare valori sia religiosi che militari; si dimostra fedele al suo re Carlo Magno e anche e soprattutto a Dio.
La Chanson De Roland narra principalmente di uno scontro tra religioni, in cui Dio assiste l’esercito cristiano guidandolo alla vittoria. Orlando perciò non muore invano, e anzi, successivamente risorge in altre opere, quali l’Orlando innamorato di Matteo Maria Boiardo e l’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email