Ominide 2487 punti

Il dolce stil novo

Il dolce stil novo è un movimento letterario sviluppatosi tra il 1280 e il 1310 a Firenze e a Bologna, del quale fanno parte Dante Alighieri, Guido Cavalcanti, Lapo Gianni e Guido Guinizzelli. Questi scrittori, che appartengono alla ricca borghesia delle città, sono dotati di una grande cultura profonda e raffinata d ritengono che la vera nobiltà non sia quella del lignagio (origine familiare) ma quella che nasce all'ingegno, cioè della conoscenza e dalla sensibilità spirituale.
La definizione "dolce stil novo", che viene usata per la prima volta proprio da Dante Alighieri nel canto XXIV del Purgatorio, sottolinea le principali novità stilistiche e tematiche di questa corrente politica.
Il termine dolce si riferisce allo stile limpido e musicale di questi poeti: essi esprimono per lo più parole piane, sopratutto bisillabi privi di consonanti aspre, usano spesso coppie di aggettivi, di sostantivi o di verbi per ottenere un armonioso effetto di simmetria, e adottano una sintesi semplice e limpida, evitando le espressioni tipiche della lingua parlata.
L'aggettivo "novo" evidenzia invece l'originalità dei contenuti, che consiste nel modo in cui questi poeti affrontano il tema dell'amore rispetto ai loro predecessori. Gli stilnovisti, infatti, considerano la donna amata come un essere perfetto, una sorta di angelo la cui presenza trasforma l'amore terreno in una forza spirituale che rende migliore l'uomo innamorato. Essa è dotata di bellezza straordinaria ma anche di virtù interiori come la gentilezza, cioè la nobiltà d'animo e l'umiltà.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email