Genius 5605 punti

La sera del dì di festa

Questo idillio fu scritto nel 1820. L’incipit delle poesie leopardiane rappresentano delle pagine immortali della storia della lirica. Leopardi aveva un rapporto intenso con le fonti. Leopardi esplicitò che nell’evocazione dei paesaggi lunari aveva in mente Omero, da cui si ispirò. Il linguaggio è semplice, ma la semplicità è frutto di un processo di decantazione stilistica. C’è la prevalenza del polisindeto, tentando di creare un atmosfera di distensione e tranquillità. Leopardi dimostrava già in questo periodo una padronanza dei propri mezzi. In questo componimento tornano temi tipici della poesia romantica come la sofferenza dell’amante. Compaiono già immagini della natura crudele nei piccoli idilli, annunciando l’inizio di un cambiamento della concezione in Leopardi. Il “dì solenne” nel verso 17 è la giornata di festa. Il tono struggente ripreso da Leopardi era tipico delle fonti contemporanee e del preromanticismo italiano europeo. Infatti il componimento a un certo punto sembra essere una lettera. L’immagine evocata dal verso 25 al 27 non è altro che la trascrizione degli appunti scritti nello Zibaldone; si parla infatti di un canto che giunge da lontano e che è quindi estremamente poetico. Il giorno di festa passa e arrivano i faticosi giorni di lavoro. Allo stesso modo anche la giovinezza trascorre e cede il passo alla maturità. Tutto passa inevitabilmente perché tutte le cose umane sono fugaci. Leopardi si cimenta in esempi celebri della storia come la caduta di Roma. Bellissima è l’immagine del ragazzino preoccupato e angosciato che trova un sollievo temporaneo in un canto che giunge da lontano e che genera una sensazione di piacere. Il tema centrale di questa poesia è rappresentato dall’infelicità personale, dovuta a una natura matrigna. La concezione della poesia come diario dell’anima è presente in questo componimento.

Hai bisogno di aiuto in Giacomo Leopardi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove